Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Addio cavi: video, USB e alimentazione senza fili con Intel

Intel ha mostrato al Computex il funzionamento della piattaforma di nuova generazione Skylake: notebook, tablet e smartphone si ricaricano contemporaneamente e il PC comunica con Rete e periferiche senza fili.

Nel 2016 i computer potrebbero non avere più bisogno di cavi. Intel infatti ha presentato al Computex 2014 una piattaforma di nuova generazione, nota con il nome in codice Skylake, che consentirà di usare tecnologie wireless per collegare monitor, Wi-Fi e persino per la ricarica delle batterie.

Quello che ha mostrato sul palco di Taiwan Kirk Skaugen, vicepresidente e general manager del gruppo PC client di Intel, è un prototipo che si appoggia alla tecnologia WiGig a corto raggio per creare istantaneamente connessioni con lo schermo e le periferiche non appena il notebook viene posizionato all'interno del campo di azione. Al contrario, quando si sposterà il notebook fuori dal raggio di azione verranno reimpostate automaticamente le impostazioni per il funzionamento standalone.

Notebook in ricarica

WiGig non è una novità, ne abbiamo già parlato in diverse occasioni. È uno standard wireless promosso da WiGig Alliance (un consorzio a cui partecipano Intel, AMD, Samsung, Nvidia, Qualcomm, Broadcom, Marvel, Panasonic, Cisco, Microsoft, Dell, Toshiba, Fujitsu, Lenovo, Logitech e Nokia) capace di connettere televisori, tablet e portatili con velocità di trasferimento dati di 7 Gbps.

Fra le caratteristiche ci sono il supporto al Wi-Fi Direct che permette connessioni dirette tra un dispositivo e un altro, WiGig Bus Extension (WBE) che è in grado di abilitare una connessione wireless per il PCI Express (PCIe) da usare con schede video o hard disk, Wireless Serial Extension (WSE) per attivare una connessione wireless per lo standard USB 3.0 e Wireless Display Extension (WDE) che permette di gestire monitor o TV tramite connessioni wireless sfruttando connettori specifici HDMI e DisplayPort.

Nella dimostrazione Skaugen ha ricaricato contemporaneamente un computer portatile, uno smartphone e un tablet. Per quanto riguarda l'alimentazione Skaugen si è servito di Rezence, una tecnologia di ricarica wireless a risonanza magnetica promossa dal consorzio Alliance 4 Wireless Power (A4WP), che prevede l'aggancio del supporto di ricarica sotto alla scrivania. Nonostante un piano di legno spesso 2 centimetri, è stata possibile la ricarica dei prodotti appoggiati sopra, a differenza di quanto avviene con la ricarica a induzione.

I primi reference design con Skylake probabilmente arriveranno nella seconda metà del 2015, mentre per la produzione di massa si dovrà attendere il 2016. Cosa ne pensate?