Schede Grafiche

AMD conferma l’aumento delle frequenze per le GPU RDNA2

AMD ha tenuto di recente un incontro con gli investitori, durante il quale ha esposto i piani per il futuro e approfondito ovviamente ciò che riguarda la nuova architettura RDNA2, in arrivo sulla prossima generazione di GPU Radeon e che è alla base delle nuove console casalinghe di Sony e Microsoft.

Una delle principali novità è l’introduzione di nuove feature rispetto all’architettura precedente, già anticipate con le prime informazioni su Xbox Series X e PlayStation 5, che tuttavia AMD ha confermato anche per le GPU discrete che occuperanno i case dei giocatori PC. Tra queste senza dubbio la più attesa è il supporto al Ray Tracing, che farà il suo esordio per quanto riguarda AMD proprio con la nuova architettura RDNA2, insieme al Variable Rate Shading (VRS) ed il Mesh Shader che caratterizzano la console di Microsoft. Queste funzionalità saranno quindi garantite anche ai giocatori PC, anche se per il momento AMD non ha specificato se saranno abilitate sull’intera gamma di schede video, o se segmenterà l’offerta come nel caso di Nvidia.

Altra importante novità riguarda le frequenze. Già Sony aveva mostrato un clock della GPU di 2,23GHz con PlayStation 5 che risulta ben al di sopra rispetto alle frequenze offerte dalle attuali GPU RDNA. Tuttavia AMD ha confermato che un importante incremento delle frequenze verrà offerta anche dalla controparte PC, il che anticipa già un miglioramento delle prestazioni in gioco. Il Team Red però non si è limitato ad un semplice boost delle velocità, ma così come avvenuto con RDNA la società è riuscita ad ottenere un miglioramento dell’IPC (Instructions Per Clock) del 50% rispetto alla precedente architettura.

Quello che si prospetta per i giocatori PC quindi è un importante salto generazionale che grazie all’aumento delle frequenze, unito al miglioramento dell’IPC, potrebbe portare AMD ad offrire una gamma di GPU nettamente più performanti della serie precedente, ed una top di gamma in grado di competere, se non superare, la controparte di Nvidia dopo anni di dominio dal punto di vista delle performance in senso assoluto.

Quest’ultima è ovviamente un’ipotesi, saranno poi gli sviluppatori a far pendere l’ago della bilancia attraverso l’ottimizzazione del software. Rimane però interessante notare quanto AMD sia riuscita a migliorare la propria architettura grafica che, se sfruttata a dovere, può portare nel mercato mainstream prestazioni inaspettate. Non rimane che attendere la presentazione per capire in uno scenario reale cosa riescano ad offrire le nuove GPU Radeon di AMD.

Se cerchi una nuova scheda video per giocare in Full HD senza compromessi, la Asus Tuf Gaming RX 5600 XT è senza dubbio una delle migliori proposti attualmente per qualità/prezzo, la trovi su Amazon qui.