Apple lancia tre nuovi applicazioni per Windows, ecco a cosa servono

Apple presenta le sue nuove app Music, TV e Devices per Windows. Un'evoluzione digitale focalizzata e moderna per dire addio ad iTunes.

Avatar di Luca Zaninello

a cura di Luca Zaninello

Managing Editor

Sembra che il gigante di Cupertino stia finalmente salutando iTunes sugli ambienti Windows, con un'implementazione completa delle sue nuove app separate per la gestione della musica, dei video e dei dispositivi mobili. Con la disponibilità stabile per tutti gli utenti Windows 10 e Windows 11, Apple spinge gli utenti a fare la transizione verso le nuove app specializzate.

Le nuove app, Apple Music, Apple TV e Apple Devices, offrono un'esperienza più focalizzata e specifica rispetto all'ormai datato iTunes. Gli utenti possono scaricarle dal Windows Store e godere di una gestione più efficiente delle proprie librerie musicali, dei contenuti dell'abbonamento Apple TV+ e della sincronizzazione con iPhone e iPad.

Apple Music, oltre a consentire la gestione di brani acquistati attraverso iTunes, permette agli utenti di organizzare anche brani provenienti da altre fonti e di accedere al servizio di streaming musicale della società con una sottoscrizione. D'altra parte, Apple TV si occupa dei film e delle serie TV acquistati, offrendo anche la possibilità di accedere ai contenuti di Apple TV+ e Major League Soccer Season Pass. Va notato che Apple TV e Netflix sono le uniche app di streaming che supportano la qualità 4K HDR su Windows.

L'app Apple Devices si occupa della sincronizzazione dei contenuti tra PC e dispositivi mobili Apple, fornendo anche la possibilità di eseguire il backup, il ripristino e l'aggiornamento manuale dei dispositivi mobili.

  • Immagine 1 di 2
  • Immagine 2 di 2

Gli utenti ora possono scegliere se installare solo iTunes o tutte e tre le nuove app. L'installazione di una di esse porterà automaticamente all'installazione delle altre, garantendo la verifica e l'integrazione della libreria iTunes esistente. Una volta completato il passaggio, la vecchia app iTunes si occuperà solo di podcast e audiolibri.

Per coloro che utilizzano computer Windows non compatibili con le nuove app, iTunes rimane disponibile, con Apple che continua a rilasciare regolari aggiornamenti, nonostante abbia cessato di farlo su macOS. Tuttavia, la durata del supporto per lo storico software rimane incerta.

Questo spostamento del focus di Apple è iniziato nel 2019 su macOS e ha raggiunto Windows nel 2022 con le versioni di anteprima delle app multimediali per Windows 11. Ora, con il rilascio ufficiale, gli utenti Windows 10, che costituiscono ancora la maggioranza delle installazioni Windows, possono sperimentare la trasformazione digitale dell'azienda.

Inoltre, l'aggiornamento dell'app iCloud per Windows ha introdotto una nuova interfaccia più compatta e supporto per le chiavi di sicurezza fisiche, anche se potrebbe richiedere una riconfigurazione dell'integrazione con iCloud Drive e File Explorer.