CPU

ARM annuncia un cambiamento alla propria architettura dopo 10 anni

Dopo quasi dieci anni dall’ultimo cambiamento di questo genere annunciato dall’azienda, ARM ha presentato la nuova versione dell’architettura alla base dei propri processori. In primo piano viene messa l’intelligenza artificiale (AI) e un aumento di prestazioni previsto davvero considerevole. La guerra ai processori Intel è più accesa che mai.

ARM

ARM ha annunciato una nuova architettura per processori, forse spinta dal recente abbandono di Apple delle CPU realizzate dalla concorrente Intel e forte di un dominio nel mercato mobile che si sta lentamente espandendo nel settore dei laptop. ARM è l’azienda responsabile per i design dei chip alla base dei più famosi prodotti realizzati da Apple, Qualcomm, Samsung e molti altri ancora. Persino Amazon sta lavorando ad un proprio processore basato su architettura ARM.

Il nuovo design, chiamato ARMv9 e che arriva a circa 10 anni di distanza dall’annuncio di ARMv8, punta moltissimo sulle capacità di eseguire operazioni di machine learning e task presi in carico dall’intelligenza artificiale via software. L’AI è sempre più parte integrante delle nostre vite e ARM vuole affermarsi come leader in questo settore in crescita. Simon Segars, amministratore delegato di ARM, crede fermamente che l’AI sia il futuro:

Mentre guardiamo verso un futuro che sarà definito dall’IA, dobbiamo gettare una base di computazione all’avanguardia che sarà pronta ad affrontare le sfide uniche a venire“.

Oltre a questo, l’azienda con sede a Cambridge, ha annunciato che l’architettura v9 promette un aumento di prestazioni del 30% nel giro di sole due generazioni di chip, sia nel mercato dei data center sia in quello dei chip mobile. L’aumento delle prestazioni viene accompagnato anche da nuove caratteristiche di sicurezza.

L’architettura ARMv9 di prossima generazione offre un miglioramento sostanziale nella sicurezza e nel machine learning, le due aree che saranno ulteriormente enfatizzate nei dispositivi di comunicazione mobile di domani. Lavorando insieme ad ARM, ci aspettiamo di vedere la nuova architettura inaugurare una più ampia gamma di innovazioni per la prossima generazione di processori mobili Exynos di Samsung” ha affermato Min Goo Kim, vicepresidente esecutivo dello sviluppo SoC di Samsung Electronics.

ARM è anche in procinto di essere acquisita da parte di Nvidia dal suo attuale proprietario SoftBank Group per 40 miliardi di dollari, ma l’accordo non è stato ancora approvato e alcuni clienti ARM non sembrano gradire molto l’idea.

HP Chromebook 14-db0500sa con display da 14″, processore AMD A4-9120, 4GB RAM e 32GB di memoria interna eMMC è disponibile su Amazon a soli 280 euro, cosa state aspettando?