Storage

Asus ROG RAIDR Express, l’SSD senza i limiti del SATA III

Asus ha annunciato RAIDR Express, un'unità SSD PCI Express della linea ROG. Questo prodotto, in vendita a 299 euro, offre la funzionalità DuoMode per la compatibilità con i BIOS legacy (tradizionali) e i moderni BIOS UEFI. Di questa soluzione di Asus avevamo già scritto ad aprile, in occasione del debutto negli Stati Uniti, ma ora è arrivato l'annuncio dello sbarco nel nostro paese.

RAIDR Express (157 x 120 x 20 mm) nasce per un pubblico esigente, che ha bisogno di elevate prestazioni sul fronte dell'archiviazione. L'azienda taiwanese afferma che è il prodotto è dedicato ai videogiocatori, ma come abbiamo visto più volte l'impatto di un SSD sul gaming è spesso e volentieri marginale. La scheda offre 240 GB di capacità, e prestazioni di tutto rispetto: in lettura e scrittura sequenziale fa segnare 830 e 810 MB/s, mentre il dato casuale 4K indicato da Asus è di 100.000 IOPS, sia per le letture che le scritture.

Il tutto è ottenuto grazie a un doppio controller LSI SandForce SF-2281, la memoria NAND Flash MLC di Toshiba a 19 nanometri e ovviamente il collegamento allo slot PCI Express (2.0 2x), che non fa da tappo come l'interfaccia SATA 6 Gbps. Asus specifica un MTBF (Mean Time Between Failure – tempo medio tra i guasti) di 620.000 ore, e segnala la presenza a corredo del software RAMDisk, che permette agli utenti di destinare fino all'80% della RAM del computer all'uso come disco virtuale ad alta velocità, accelerando il caricamento di giochi e applicazioni.

"Nei test effettuati", sottolinea Asus "sono state raggiunte velocità in lettura superiori a 12.000 MB/s". RAIDR Express include inoltre la tecnologia di archiviazione ROG HybriDisk, che consente a RAIDR Express di funzionare come cache allo stato solido per hard disk ad alta capacità (fino a 4 TB).