Schede madre

Continua il confronto fra LCD e Plasma

La Cina sembra essere diventata uno dei mercati chiave per il settore dei FDP TV (Flat Display Panel). Nel solo 2005 le vendite dovrebbero raggiungere le 1,85 milioni di unità, quasi il 185% in più rispetto al 2004. Gli analisti del Research Institute of Market Economy, incaricato dallo State Council and China Electronic Chamber of Commerce , prevedono per il terzo quarto di quest’anno uno share per gli LCD del 69,5%, contro il 30,5% del segmento Plasma. Il motivo sembra essere legato non solo ad questione di politica dei prezzi piuttosto aggressiva, ma anche alla maggiore familiarità dei consumatori con i prodotti LCD.

Gli esperti continuano a riconoscere ad ognuna delle due tipologie pregi specifici. I Plasma primeggiano in almeno sei caratteristiche, rispetto alle 12 complessive, come il contrasto, la luminanza, la cromia e i tempi di risposta che si assestano normalmente su 1 ms, contro i 10 ms degli LCD.

Per quanto riguarda la durata gli LCD sembrano essere ancora in vantaggio con ben 60 mila ore, contro le sole 30 mila dei Plasma, che però con le nuove linee attese entro la fine del 2005 dovrebbero aumentare sensibilmente. Un altro aspetto riguarda i consumi di elettricità, che pur essendo per entrambe le tecnologie al di sopra dei 200 W, vedono gli LCD leggermente avvantaggiati con un risparmio di circa il 30%

I costi di realizzazione di una FDP TV sono composti per il 65% dal solo pannello, quindi è evidente che le nuove soluzioni industriali porteranno ad un continuo abbassamento dei listini. Attualmente, un Plasma al di sopra dei 40 pollici costa circa il 50/55% di un LCD, ed entro il 2008 si dovrebbe arrivare al 70/75%. In pratica il costo per pollice è di 25/30 dollari, a fronte dei 60 dollari per pollice degli LCD.

Nel solo 2005 i più importanti produttori inaugureranno almeno 5 nuove fabbriche che porteranno la produzione complessiva a 72 milioni di unità, quasi il 50% in più rispetto allo scorso anno. Quindi bisognerà prepararsi ad un ulteriore abbassamento dei listini: le nuove tecniche produttive dei Plasma permetteranno un taglio del 20%.

Anche gli LCD, grazie all’utilizzo delle tecnologie di sesta generazione (concentrate per la produzione di pannelli da 32/37 pollici) potranno disporre di grandi benefici sul listino. Fra il 2007 e il 2008 saranno aperte anche nuove fabbriche di settima e ottava generazione. In questo modo dopo il 2008 gli LCD e i Plasma costeranno lo stesso prezzo, lasciando ai consumatori una piena e libera scelta.