Computer Portatili

Entro il 2009 i notebook sposeranno le NAND


Nei prossimi anni è ormai certo che le NAND flash memory sostituiranno gli hard disk tradizionali nei notebook
. La produzione dei drive solid-state sta crescendo vertiginosamente grazie all'apporto di Adtron, Samsung e SanDisk. Al momento, ad esempio, Dell rende disponibile il SanDisk 32GB UATA 5000 SSD come optional per il Latitude D420 e il Latitude D620 ATG. Il listino è rispettivamente di 450 e 300 dollari – 549 dollari se acquistato da solo sul sito ufficiale.

La soluzione NAND sarà installata anche sui notebook con piattaforma Intel Santa Rosa Centrino, attesi per la fine dell'anno. Senza contare gli hybrid hard drive (HDD) della Samsung.

Insomma, come sostiene iSuppli, entro la fine del 2009 il 60% dei 40,1 milioni di notebook commercializzati disporrà di tecnologia flash storage. "Nel 2003, 1 GB di memoria NAND flash costava quasi 100 volte di più della stessa quantità tradizionale. Entro due anni il gap sarà di poco meno di 14", ha dichiarato Matthew Wilkins, analista di iSuppli.

Le previsioni indicano anche che nel segmento ultra-portatili la share possa salire al 54% per gli HDD e al 28% per gli SSD. In ambito mainstream, invece, il 58% sarà HDD, mentre il 25% SSD. DataQuest, non a caso, ha rilevato che il presso di un modello SSD da 1,8 pollici al momento è cinque volte più caro di un hard disk tradizionale… ma tra due anni passerà al 300%.