Schede madre

EVGA svela X79 Dark, la base per fare un computer estremo

EVGA ha presentato X79 Dark, una scheda madre da 400 dollari compatibile con i processori Intel socket LGA 2011, ovvero le soluzioni Sandy Bridge-E.

Attualmente le CPU interessate sono quattro, il Core i7 3820, il 3930K, il 3960X e il 3970X. In futuro (settembre), stando alle voci di corridoio, dovrebbero arrivare tre prodotti – Core i7 4820K, 4930K e 4960X – basati su architettura Ivy Bridge-E a 22 nanometri.

La nuova motherboard di EVGA richiede case in grado di ospitare soluzioni E-ATX a causa di dimensioni pari a 304,8 x 263,5 millimetri. Pensiamo tuttavia che finirà nelle mani di molti overclocker, quindi su banchetti di prova, dove le dimensioni contano relativamente.

Data la natura estrema, per alimentare questa scheda sono necessari un connettore ATX a 24 pin e due soluzioni EPS a 8 pin. Il PCB è composto da 12 strati, e non manca un VRM costituito da 12+2 fasi per la CPU, quattro fasi per la memoria e la possibilità di gestire l'alimentazione di ogni singolo slot PCI Express.

Di questi ne troviamo cinque di tipo x16 (ovviamente 3.0), configurabili in diverse modalità (due slot x16, oppure 3 x8 o 4 x8). C'è anche uno slot PCI Express x4 e quattro connettori per le ventole. Gli slot DIMM sono otto e supportano fino a 64 GB di memoria DDR3 a oltre 2400 MHz.

Per quanto riguarda l'archiviazione e le periferiche abbiamo sei porte SATA 6 Gbps interne, due gestite dal PCH X79 e quattro da un controller di terze parti. L'X79 si occupa anche di quattro porte SATA 3 Gbps, e non mancano due eSATA 3 Gbps controllate da un chip Marvell. Presente l'audio HD a 7.1 canali (Realtek ALC898), due interfacce Gigabit Ethernet, sei porte USB 3.0 gestite dal chip ASMedia ASM1042, 10 USB 2.0 e il Bluetooth 2.1.

Non manca il supporto al dispositivo EVBot per controllare e gestire alcuni parametri in modo rapido e diretto, dalle tensioni alle frequenze, i punti di rilevazione della tensione e tante altre soluzioni dedicate agli overclocker (come il supporto a tre BIOS, o i tasti di power, reset e clear CMOS). Presente infine un nuovo UEFI, distribuito anche sui nuovi modelli basati sul chipset Intel Z87.