Software

Google Meet regolerà automaticamente la luminosità della webcam

Google Meet renderà presto più facile vedere correttamente tutti i colleghi o amici che partecipano alle vostre videochiamate. La versione web dell’app potrà infatti rilevare quando qualcuno è sottoesposto a causa di una cattiva illuminazione e Meet aumenterà quindi la luminosità in modo che sia più facile vedere gli interlocutori e anche sé stessi, nel caso in cui si abbia una webcam non così prestante.

Come riporta Engadget, la modalità low-light, per migliorare le riprese di chi è in condizioni di scarsa illuminazione, è arrivata nelle app per dispositivi mobili iOS e Android di Google Meet lo scorso anno. Il funzionamento è molto semplice: utilizza l’intelligenza artificiale per esaminare i livelli di luce e modificare la luminosità. L’amministratore della riunione non ha alcuna possibilità di controllare la funzionalità: solo gli utenti sono in grado di attivarla e disattivarla. Google afferma di aver preso questa scelta poiché la funzione potrebbe rallentare il proprio dispositivo, quindi preferisce che sia l’utente singolo a decidere se attivarla o meno.

Photo credits: Google

La novità è attualmente in fase di rilascio per gli utenti Workspace e G Suite basic e business e giungerà a tutti gli utenti seguendo lo schema classico di Google. Prima arriverà sui domini Rapid Release per poi passare a quelli Scheduled Release, dal 4 ottobre di quest’anno. L’implementazione richiederà fino a 15 giorni in entrambi i casi, quindi entro la metà ottobre le videochiamate di Google Meet scure a causa della scarsa qualità della webcam potrebbero essere un ricordo del passato.

Google, nei mesi precedenti, ha annunciato ulteriori novità per la sua piattaforma di videochiamate: ha introdotto la possibilità di sostituire lo sfondo con dei video animati, per rendere le videochiamate più piacevoli e divertenti; un’interfaccia grafica rinnovata che consente di modificare la griglia degli interlocutori. Google ha anche annunciato l’arrivo di maggiori controlli riguardo il proprio video stream, con la possibilità di inserirlo all’interno della griglia insieme agli altri o farlo diventare una finestra flottante, nasconderlo completamente o disattivarlo per tutte le chiamate su Meet.