CPU

Intel Compute Stick, un computer Windows 8.1 da taschino

Si chiama Compute Stick l'inattesa novità di Intel al CES 2015 di Las Vegas. Può sembrare una chiavetta in stile Chromecast, ma in realtà è molto di più. Possiamo infatti parlare di un computer nelle dimensioni di una chiavetta USB, non di un semplice dispositivo multimediale, anche se certamente può servire anche per quello scopo.

Intel Compute Stick

Intel Compute Stick – clicca per ingrandire

Venduta a 149 dollari, la nuova Intel Compute Stick integra Windows 8.1 (la versione "with Bing" destinata a dispositivi hardware a basso costo) e per questo potrebbe interessare a più di qualche appassionato. La sua dotazione è simile a quella che ci si aspetterebbe da uno smartphone: troviamo infatti un processore Bay Trail (Z3735F, un quad-core Atom pensato per i tablet), 32 GB di archiviazione eMMC e 2 GB di RAM.

Intel Compute Stick

Intel Compute Stick – clicca per ingrandire

Non manca una porta USB, l'HDMI standard in versione 1.4a e una porta microUSB. E data la vicinanza con l'hardware di classe mobile, ecco anche uno slot microSD. Come altre soluzioni all'apparenza simili la Compute Stick è dotata anche di connettività wireless, come il Wi-Fi 802.11b/g/n e il supporto Bluetooth 4.0.

Intel Compute Stick

Intel Compute Stick – clicca per ingrandire

Intel ha creato comunque anche una versione più abbordabile, 89 dollari, equipaggiata con Ubuntu, 8 GB di spazio per l'archiviazione e 1 GB di RAM. La società statunitense vede la Compute Sticke come un computer a basso costo che può essere anche un potente media player e uno strumento per il consumo di contenuti. Le aziende potrebbero usarla come dispositivo thin client.

Intel Compute Stick

Intel Compute Stick – clicca per ingrandire

Per quanto concerne la disponibilità si parla di marzo e mentre la prima versione è basata su piattaforma Bay Trail, Intel dovrebbe crearne anche una versione aggiornata con Cherry Trail e, non è da escludere, persino una con processore Core M.