CPU

Intel Core i7-1068G7 si fa attendere, l’Ice Lake da 28 watt al debutto nei prossimi mesi

Intel ha introdotto i suoi primi processori a 10 nanometri, nome in codice Ice Lake, in ambito mobile nell’ultima parte dell’anno scorso. Una gamma destinata alla fascia bassa, composta da processori appartenenti alle linee U (15 / 28 watt) e Y (9 watt). Nei notebook arrivati sul mercato finora hanno però fatto capolino solo i modelli con TDP di 15 watt e del top di gamma Core i7-1068G7 con TDP di 28 watt nemmeno l’ombra.

Il sito statunitense Anandtech ha chiesto perciò lumi a Intel, la quale è stata molto chiara nel rispondere che il processore è sulla via della produzione è sarà disponibile ai produttori OEM nel corso di questo trimestre, il che fa intendere che i primi prodotti sul mercato potrebbero vedersi nel corso del secondo trimestre. Insomma, malgrado l’annuncio risalente al primo di agosto, quel processore non è ancora entrato in produzione.

I motivi di questo ritardo non sono noti, potrebbero essere legati alla necessità di operare ottimizzazioni a livello produttivo per raggiungere le frequenze pubblicizzate – i processori a 10 nanometri, almeno queste soluzioni mobile, hanno clock decisamente più bassi delle controparti a 14 nm Comet Lake – o altri aspetti più legati al mercato.

Per quanto riguarda invece le soluzioni Ice Lake Y da 9 watt, Intel ha dichiarato che i primi prodotti dovrebbero iniziare ad arrivare sul mercato nella prima metà dell’anno. La casa di Santa Clara ha inoltre spiegato ad Anandtech che le CPU Comet Lake mobile viste sinora sui prodotti sono accompagnate da memoria LPDDR3 o DDR e non LPDDR4 (compatibilità annunciata al lancio), perché è necessario un nuovo stepping chiamato K1 anziché B0 che abiliterà il supporto.

I processori Comet Lake mobile basati sul nuovo stepping dovrebbero essere già nelle mani degli OEM o lo saranno a breve. La memoria LPDDR4 dovrebbe garantire alte prestazioni e consumi ancora più moderati.