Case e PC Completi

Intel Phantom Canyon, il NUC con Tiger Lake e RTX 2060 sarà più caldo del previsto

A quanto pare, i nuovi sistemi NUC 11 (nome in codice Phantom Canyon), equipaggiati con il processore Intel quad-core di undicesima generazione Core ‘Tiger Lake e la scheda grafica GeForce RTX 2060 di NVIDIA, avranno un TDP massimo di 150W, il che rende l’implementazione di un sistema di dissipazione passiva piuttosto problematico.

Intel Phantom Canyon

Così come ha fatto notare FanlessTech in un messaggio pubblicato su Twitter, un TDP così elevato rende impossibile costruire un piccolo chassis per il raffreddamento passivo dell’unità. Di base, il sistema (che misura 221×142×42 mm) ha un sistema di raffreddamento piuttosto sofisticato con cinque heatpipe e una ventola. Una soluzione per un sistema di dissipazione di terze parti sarebbe troppo ingombrante e quindi poco pratico per un PC dal ridotto form factor. L’Intel NUC 11 Enthusiast di Intel è piuttosto potente, offrendo un processore quad-core Intel Core i7-1165G7 (frequenza operativa fino a 4,70GHz, 12MB di cache, 28W TDP) accompagnato da 16GB di memoria DDR4-3200 (aggiornabile sino a 64GB), GPU GeForce RTX 2060 di NVIDIA con 6GB di memoria GDDR6 dedicata e Intel Optane Memory H10 (32GB+512GB) o SSD H20.

Credit: FanlessTech
Intel Phantom Canyon

La CPU può essere configurata per un TDP da 15W o 28W, ma la GPU GeForce RTX 2060 mobile può consumare 80W o più (ricordiamo che una scheda desktop arriva a 160W). Considerando che ci sono anche altri componenti, un TDP combinato da 150W sembra adeguato. Senza dubbio, gli appassionati di PC di piccole dimensioni e, soprattutto, silenziosi, saranno piuttosto delusi dal fatto che non potranno realizzare un PC privo di ventole usando i componenti del NUC 11 Enthusiast ma, in ogni caso si tratta di un prodotto più capace della media ed in grado di eseguire anche videogiochi recenti con buone prestazioni.

Se vi piacciono i NUC, su Amazon trovate il NUC NUC8i7HVK con Core i7-8809G ad un prezzo interessante.