Schede Grafiche

Nvidia è l’unica che può sorridere nel mercato delle GPU

Nvidia va alla grande nel settore dei chip grafici per computer dotati di CPU x86. I dati di Jon Peddie Research (JPR) relativi al terzo trimestre di quest'anno fotografano una situazione non rosea per un comparto che in un anno ha perso quasi 20 milioni di unità distribuite e in cui solo la casa di Santa Clara fa segnare una crescita. L'analisi svolta da Jon Peddie Research è totale, e per questo comprende schede video dedicate per PC desktop e GPU mobile, CPU (APU) e chipset con grafica integrata, nonché i system on chip x86 di Intel e AMD distribuiti nel settore tablet.

Vendita di chip grafici in netto calo

AMD è quella che nei tre mesi in esame mostra le maggiori difficoltà, con consegne di APU per PC desktop in calo del 30% rispetto al secondo trimestre. La contrazione in ambito notebook è meno marcata, e si ferma al -4,7%. Nel complesso il calo delle consegne di prodotti AMD dotati di una GPU è stato del 10,7%. Tenendo conto non solo delle APU, ma anche delle GPU dedicate e dei chipset IGP, i dati di desktop e notebook fanno segnare un calo rispettivamente del 2% e del 17%.

L'azienda continua a non trovare troppo spazio nel settore mobile, ma anche nel settore desktop le cose non vanno bene, nonostante le schede video dedicate competitive e disponibili da tempo. C'era da aspettarselo, in quanto il 75% dei prodotti venduti da AMD sono APU, cioè CPU con grafica integrata, e recentemente abbiamo visto che nel settore dei microprocessori x86 AMD è scesa al 16,1 dal 19,1% del primo trimestre.

Non se la passa tanto meglio Intel, che ha visto contrarsi del 7% la propria quota in ambito desktop, mentre nel settore notebook il passo indietro è stato addirittura più marcato (-8,6%). Complessivamente Intel patisce un -8% sul secondo trimestre, segno evidente della crisi che sta vivendo il settore PC. Tra chi piange (AMD e Intel), c'è però chi ride (Nvidia). L'azienda guidata da Jen-Hsun Huang è l'unica che può vantare un andamento in positivo. Le consegne in ambito desktop sono cresciute del 28,3% rispetto al secondo trimestre.

  Cons. terzo trim. (mln) Quota di mercato terzo trim. Cons. secondo trim. (milioni) Quota di mercato secondo trim.

Unità consegnate trim. su trim. (%)

Diff. quota trim. su trim. Unità cons. l'anno scorso (mln) Quota di mercato l'anno scorso
AMD 25.43 21.2% 28.49 22.7% -10,7% -1.5% 31.82 23.0%
Intel 71.75 59.8% 77.97 62.2% -8.0% -2.4% 83.58 60.3%
Nvidia 22.25 18.5% 18.60 14.8% 19.6% 3.70% 22.36 16.1%
Matrox 0.04

0.03%

0.05 0.0% -20.0% 0.0% 0.06 0.0%
VIA/S3 0.53 0.4% 0.59 0.5% -10.0% 0.0% 0.65 0.5%
Totale 120.00 100.0% 125.36 100.3% -4.3%   138.52 100.0%

A differenza di AMD, per Nvidia parliamo di schede video dedicate, dato che l'azienda non produce chip x86 con grafica integrata. Meno marcata ma comunque ottima la crescita nel segmento mobile (+12%), segno che le GPU di Nvidia stanno trovando ampio spazio nei portatili con chip Intel in commercio. Complessivamente l'azienda di Santa Clara ha visto salire le proprie consegne di chip grafici del 19,6%.

A nostro giudizio la crescita di Nvidia nel terzo trimestre è da ritenersi fisiologica: nella prima parte dell'anno l'azienda non ha presentato schede video GeForce di fascia bassa, arrivate solo nella seconda metà di quest'anno (GeForce GTX 650/660). Sono proprio queste GPU ad aver aumentato i volumi di vendita e permesso all'azienda di rimpolpare facilmente la propria quota.

"Il totale delle GPU dedicate su desktop e notebook è cresciuto di un modesto 4,6% rispetto al precedente trimestre ed è sceso del 5,2% rispetto all'anno passato, a causa degli stessi problemi che affliggono l'industria PC in generale", si legge nel report di Jon Peddie Research, da cui ora si attendono i dati relativi solamente alle schede video dedicate, grazie ai quali andremo a capire chi ha venduto di più tra AMD e Nvidia.