Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Panasonic Toughbook CF-20, l’ibrido che cade senza rompersi

Il Toughbook CF-20 è il nuovo notebook e tablet ibrido di Panasonic costruito appositamente per i professionisti che lavorano all'aperto e in condizioni ambientali difficili. È più sottile e leggero del predecessore e può cadere da 120 cm di altezza senza rompersi.

Panasonic ha presentato il nuovo notebook ibrido Toughbook CF-20, un notebook con tastiera staccabile indirizzato ai professionisti che lavorano in movimento. Rispetto all'offerta tradizionale questo prodotto si distingue perché è un "fully rugged", ossia vanta uno chassis in magnesio certificato IP65 e MIL-STD 810G, che lo rende capace di resistere a cadute fino a 120 centimetri.

Panasonic Toughbook CF 20 perizie assicurative

Rispetto al predecessore (il Toughbook CF-19, che vedete in alcune delle immagini a confronto scattate durante la presentazione) è di gran lunga più sottile e leggero: il notebook completo pesa 1,76 kg, il solo tablet 950 grammi. I miglioramenti rispetto al passato emergono anche da un'analisi più approfondita: la configurazione prevede ora una CPU Intel Skylake e il tablet è fanless (ossia senza ventole).

La tastiera inoltre offre tasti più larghi del 16% rispetto ai prodotti di generazione precedente. La versatilità si sviluppa con la forma detachable, ossia mediante la separazione dello schermo dalla tastiera. Le modalità d'uso sono sei: notebook e tablet classici, a tenda, stand, anche agganciando lo schermo al "contrario". Potete vederle tutte nelle immagini che abbiamo scattato alla presentazione ufficiale.

Altro elemento interessante è che la base può integrare un vano salvapeso oppure una seconda batteria, identica a quella rimovibile del tablet e hot swapable, ossia intercambiabile a caldo. Questo significa che si può sostituire la batteria scarica con una seconda (opzionale) senza spegnere il PC, e che installandone due si può raddoppiare l'autonomia. Panasonic dichiara una durata fino a 12 ore.

Tutti i connettori sono protetti da sportelli che li proteggono anche dalla pioggia battente (non dalle immersioni), e fra le porte figurano sia le USB 3.0 sia la seriale, molto utile per esempio per l'aggancio alle centraline e agli strumenti di diagnostica.

Altro aspetto da sottolineare è che lo schermo, nonostante sia touch, è opaco per preservare la leggibilità in condizioni di luce ambientale intensa. Panasonic ha raggiunto questo risultato montando sullo schermo una pellicola protettiva che oltre a proteggere dall'acqua elimina qualsiasi riflesso. Questo, unito a una luminosità massima di 800 cd/m², consente ai professionisti di non avere problemi di leggibilità.

Il sistema operativo è Windows 10 Pro con possibilità di downgrade a Windows 7; il processore Intel Core m5-6Y57 supporta la tecnologia vPro. Le configurazioni prevedono 8 GB di memoria RAM, grafica Intel HD 515 e unità di archiviazione SSD da 256 GB integrata nel tablet.

Lo schermo IPS è un modello da 10,1 pollici WUXGA, multitouch e funziona anche indossando i guanti da lavoro. Le due fotocamere sono da 2 MP (frontale) e 8 MP con autofocus e luce LED (posteriore). Da notare infine la maniglia per il trasporto che è una caratteristica della maggior parte dei notebook Panasonic, e che permette di portarlo con sé senza bisogno di una custodia protettiva.

Panasonic Toughbook CF-20 sarà in vendita da gennaio 2016 con un prezzo consigliato a partire da 2.999 euro più IVA, comprensivo di tre anni di garanzia.