Storage

Phison e Cigent insieme per SSD resistenti a ransomware e furti di dati

Phison e Cigent hanno introdotto una piattaforma SSD sviluppata congiuntamente che protegge da ransomware e furti di dati con meccanismi integrati direttamente nel firmware. Le unità crittografano e nascondono anche automaticamente i dati da occhi indiscreti in caso di attacco.

Phison Cigent Secure SSD

Gli antivirus possono rilevare malware già noto e analizzare il comportamento dei programmi per rilevare modelli di comportamento potenzialmente pericolosi. Tuttavia, il ransomware personalizzato sviluppato da gruppi di hacker può rimanere innocuo e non essere individuato fino a quando ormai è troppo tardi, lasciando i sistemi aperti agli attacchi. Pertanto, in molti casi ha senso proteggere i dati a livello di hardware poiché più sicuro.

Le unità Secure SSD K2 e Secure SSD Denali di Cigent sono basate sui controller PS5012-E12DC Crypto-SSD NVMe di Phison e sono dotate di funzionalità di sicurezza incorporate nel firmware, nonché del software Dynamic Data Defense Engine per Windows (D³E). Quando viene rilevata una minaccia, queste unità crittografano e nascondono automaticamente i file sensibili dal livello del sistema operativo in “stanze sicure”. In effetti, le unità di Cigent possono funzionare in una sorta di “doppia modalità”, dividendo un SSD in partizioni di archiviazione private/sicure e non private/indipendenti che sono invisibili l’una all’altra e a potenziali minacce. Nel frattempo, per proteggere i dati dal furto fisico, le unità di Cigent sono dotate anche di rilevatori di attacchi e sensori.

Inoltre, il Denali Secure SSD di Cigent può effettivamente rilevare ransomware (sebbene non è chiaro se sia il firmware che rileva un programma che sta crittografando i dati o se la funzione venga svolta dal software D³E) e supporterà la protezione dei dati basata sull’apprendimento automatico entro la fine dell’anno.

Phison Cigent Secure SSD

Greg Scansny, CTO di Cigent, ha affermato:

La famiglia di prodotti Secure SSD di Cigent è stata sviluppata dal team di esperti di recupero dati e sicurezza informatica di Cigent, lavorando in stretta collaborazione con gli esperti di archiviazione di Phison. Questo team combinato ha realizzato soluzioni integrate per la protezione dei dati, rendendo praticamente impossibile l’accesso da fonti non autorizzate. La sicurezza solamente implementata via software è spesso facilmente aggirabile, ma il nostro sistema multi-brevettato e multilivello offrirà ai clienti la tranquillità che i dati sensibili e le loro risorse digitali siano archiviate e protette in modo sicuro.

In precedenza acquistabili solo da selezionate agenzie governative e dall’esercito degli Stati Uniti, i Secure SSD di Cigent saranno ora disponibili per un pubblico più ampio. Il K2 Secure SSD e il software D³E sono già disponibili a partire da 299 dollari per un’unità da 480 GB. Le unità Denali Secure SSD di Cigent saranno lanciate nel corso della prossima estate in configurazioni da 480 GB, 1TB e 2TB.

Inoltre, Cigent ha sviluppato i suoi Secure SSD con certificazione FIPS 140-2 di livello 2 esclusivamente per il governo e le forze armate degli Stati Uniti. Recentemente la società Flexxon, con sede a Singapore. ha lanciato i suoi SSD X-Phy con funzionalità di sicurezza “basate su AI” che sembrano funzionare in modo simile alla piattaforma SSD sviluppata da Cigent e Phison. Tuttavia, non è chiaro se queste unità utilizzino il controller E12DC di Phison.

Su Amazon trovate il Corsair Force MP500 da 480GB a prezzo scontato.