Storage

Prestazioni SSD Samsung 950 Pro da 256 GB in RAID 0

Pagina 1: Prestazioni SSD Samsung 950 Pro da 256 GB in RAID 0

Samsung 950 Pro

 

box

Degli SSD Samsung 950 Pro abbiamo già scritto più volte, ma in questo articolo vogliamo dare uno sguardo al comportamento di due unità da 256 GB in configurazione RAID 0. Acquistare due 950 Pro da 256 GB richiede più denaro rispetto a una singola unità da 512 GB, ma il presunto miglioramento prestazionale può colmare un gap che vale circa 50 euro?

Il protocollo Non-volatile Memory Express (NVMe) è stato progettato per ridurre la latenza nello stack software per i prodotti con memoria NAND Flash e di prossima generazione. Ci sono solo due controller disponibili compatibili: il Samsung UBX e il Toshiba TC58NCP0706SB (si trova nel Toshiba XG3 e nel futuro RevoDrive 400 di OCZ).

2453eb11ed0be8ec8e9a9b5f822b676a8

Il controller Samsung UBX è sul mercato da quasi un anno ed è apparso per la prima volta nell'SM951-AHCI. Poi l'abbiamo visto con le soluzioni SM951-NVMe e PM953, entrambi prodotti OEM venduti ai produttori di sistemi. Samsung ha poi portato il controller UBX nel mercato retail con il 950 Pro, che è uno degli SSD con le migliori prestazioni disponibili oggi.

Samsung ha presentato per il momento solo due modelli di SSD 950 Pro, da 256 e 512 GB. Un modello da 1 TB arriverà prossimamente. Nel nostro primo contatto con gli SSD 950 Pro testammo tre configurazioni: un SSD da 256 GB, un 512 GB e due 512 GB in RAID 0.

In quel momento non avevamo accesso a un secondo SSD 950 Pro da 256 GB per registrare i numeri di quella configurazione in RAID. Ed è per questo che oggi torniamo ad analizzare le prestazioni dei prodotti dell'azienda sudcoreana.

Specifiche

 
Samsung 950 Pro 256GB
Samsung 950 Pro 512GB
Form Factor Single-Sided M.2 2280 Single-Sided M.2 2280
Controller Samsung UBX 3-Core Samsung UBX 3-Core
DRAM Samsung LPDDR3 512 MB Samsung LPDDR3 512 MB
Flash Samsung 32-Layer MLC V-NAND Samsung 32-Layer MLC V-NAND
Driver NVMe personalizzato ✓ ✓
Lettura sequenziale 2200 MB/s 2500 MB/s
Scrittura sequenziale 900 MB/s 1500 MB/s
Lettura casuale 270.000 IOPS 30.,000 IOPS
Lettura casuale QD1 11.000 IOPS 12.000 IOPS
Scrittura casuale 85.000 IOPS 110.000 IOPS
Scrittura casuale QD1 43.000 IOPS 43.000 IOPS
Consumo massimo attivo 6.4 W 7 W
Consumo in idle 70 mW 70 mW
DEVSLP 2.5 mW 2.5 mW
Durata 200 TBW 400 TBW
Garanzia 5 anni 5 anni

L'SSD 950 Pro da 256 GB e il più capiente modello da 512 GB hanno alcune differenze fondamentali in prestazioni e resistenza. Per iniziare c'è una differenza di 300 MB/s nelle prestazioni in lettura sequenziali a favore del modello più capiente. Il 950 Pro da 256 GB è persino più staccato con una velocità in scrittura sequenziale inferiore di 600 MB/s. Il modello da 256 GB ha anche metà della resistenza, ma questo era prevedibile dato il basso numero di die NAND Samsung necessari per raggiungere queste capacità.

Anche le prestazioni sono leggermente differenti. Lo stesso si può dire per i consumi.

Il 950 Pro usa il controller Samsung UBX PCIe 3.0 x4 per interfacciarsi alla memoria. L'UBX è stato configurato per supportare il protocollo NVMe, che riduce la latenza e permette di aumentare le prestazioni casuali per via del maggiore parallelismo. Il controller NVMe è accoppiato alla memoria V-NAND a 32 layer di Samsung e un singolo buffer DRAM da 512 MB per mettere in cache i dati di mapping.

Prezzo, garanzia e accessori

Il 950 Pro da 256 GB è venduto attualmente a circa 175 euro, mentre il modello da 512 GB costa circa 300 euro. Due modelli da 256 GB costano circa 50 euro in più del singolo disco più capiente. In questo articolo vedremo se le prestazioni di due SSD in RAID 0 possono colmare il gap esistente sul fronte del prezzo.

Prod 001 r 600x450
Clicca per ingrandire
Prod 004 r 600x450
Clicca per ingrandire
Prod 003 r 600x450
Clicca per ingrandire
Prod 005 r 600x450
Clicca per ingrandire
Prod 006 r 600x450
Clicca per ingrandire
Prod 007 r 600x450
Clicca per ingrandire

Gli SSD 950 Pro sono distribuiti senza un corredo, ma Samsung permette di scaricare due interessanti software. Il primo è Magician, un SSD toolbox che permette di monitorare lo stato degli SSD Samsung, ottimizzare le condizioni del sistema operativo ed effettuare alcune operazioni di gestione. Samsung ha anche uno strumento per la migrazione dei dati che permette agli utenti di clonare i dati da un disco esistente per portarli sull'SSD.