Tom's Hardware Italia
Memorie

Prezzi DRAM ancora in calo: -15% nel Q3 2019

L'ultimo report di Trendforce ha evidenziato come, a causa delle tensioni tra Cina e Stati Uniti, il prezzo delle DRAM calerà di un ulteriore 15%.

Nel suo ultimo report DRAMeXchange, una divisione di TrendForce, ha dichiarato che con l’aumentare degli embarghi commerciali imposti dagli USA, le vendite di prodotti come PC e smartphone prodotti da Huawei siano destinate a diminuire sensibilmente nei prossimi due o tre trimestri. Questo andrebbe ad incidere sulla richiesta di DRAM, causando ulteriori cali di prezzo.

Preso atto della situazione, TrendForce ha quindi deciso di correggere la sua precedente previsione di mercato riguardo il calo di prezzo delle DRAM nel Q3 2019, passando dall’originale 10% a un intervallo più ampio, dal 10 al 15%.

DramExchange giugno 2019

TrendForce sostiene infatti che, almeno inizialmente, le probabilità che i prezzi delle DRAM diminuissero durante il periodo di massimo stress dei fornitori fossero estremamente basse, principalmente per due motivi: la presenza di soli tre produttori principali, e il continuo avvicinamento al limite fisico degli attuali processi produttivi delle DRAM.

Quest’analisi però non teneva conto della più che mai accesa guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, che potrebbe far crollare molto velocemente la domanda nella seconda metà del 2019. I fornitori di DRAM meno rilevanti potrebbero persino riscontrare una perdita nei bilanci di fine anno.

Secondo le previsioni di TrendForce, i prezzi delle DRAM dovrebbero tornare a salire intorno al 2020, complice il raggiungimento del loro limite minimo, un possibile calo delle scorte e altri fattori. I fornitori saranno tuttavia costretti, per questa seconda metà del 2019, a continuare ad abbassare i prezzi.