Schede Grafiche

Radeon Pro WX 4100, 5100 e 7100: Polaris si fa professionale

AMD non pensa solo ai videogiochi con le proprie schede video ma anche agli oltre 10 milioni di creatori, designer e professionisti che ogni giorno usano programmi come Autodesk, Creo, Solidworks, Catia e sviluppano motori grafici.

L'azienda di Sunnyvale rinnova oggi la propria gamma di proposte per il mondo delle workstation con la famiglia Radeon Pro WX, composta da tre soluzioni basate su architettura Polaris. Oltre alla nuova tecnologia, AMD assicura 3 anni di garanzia standard più 7 anni di garanzia estesa, particolari importanti nel settore professionale.

Radeon Pro WX Press Deck page 009
Specifiche Radeon Pro WX 4100, clicca per ingrandire
Radeon Pro WX Press Deck page 010
Clicca per ingrandire

La Radeon Pro WX 4100 integra 1024 stream processor per una potenza di picco di 2,4 teraflops. La GPU è accompagnata da 4 GB di memoria GDDR5 e la scheda non supera un TDP di 50 watt. "È la scheda workstation low profile più veloce al mondo", afferma AMD.

Radeon Pro WX Press Deck page 011
Specifiche Radeon Pro WX5100, clicca per ingrandire
Radeon Pro WX Press Deck page 012
Clicca per ingrandire
Radeon Pro WX Press Deck page 013
Clicca per ingrandire

La Radeon Pro WX 5100 offre invece 1792 stream processor per una potenza massima di 3,9 teraflops. La scheda è dotata di 8 GB di memoria GDDR5 e ha un TDP inferiore a 75 watt. Infine ecco la Radeon Pro WX 7100, dotata di una GPU con 2304 stream processor per una potenza di picco di 5,7 teraflops. Non mancano 8 GB di memoria GDDR5. Il TDP è inferiore a 130 watt.

Radeon Pro WX Press Deck page 014
Specifiche Radeon Pro WX 7100, clicca per ingrandire
Radeon Pro WX Press Deck page 015
Clicca per ingrandire
Radeon Pro WX Press Deck page 016
Clicca per ingrandire

Secondo AMD la WX 7100 è "la scheda workstation a singolo slot più veloce", pronta a supportare il lavoro degli sviluppatori anche nel settore della realtà virtuale. Tutte e tre le schede sono attese sul mercato nel corso di novembre e saranno accompagnate da una strategia più puntuale per quanto riguarda i driver, con pubblicazioni a cadenza regolare e particolare cura di prestazioni e affidabilità.