Schede Grafiche

ROG Strix RTX 2080 Ti, Asus la modifica e “rompe” la compatibilità con i waterblock

EK Waterblocks ha comunicato che Asus avrebbe apportato delle modifiche alla sua ROG Strix RTX 2080 Ti, causando problemi di compatibilità non solo con i waterblock prodotti dalla casa slovena ma con tutti quelli presenti sul mercato.

Il cambiamento in questione consisterebbe nell’aggiunta di uno strato di colla intorno al die della GPU, come potete vedere dalle immagini qui sotto gentilmente fornite da T. Hilal, un utente che di recente ha acquistato la scheda video in questione.

Fortunatamente le modifiche non sono sostanziali e il nuovo PCB resta compatibile con i waterblock in commercio, merito principalmente del fatto che non ci siano particolari novità nel design, rimasto lo stesso delle “vecchie” ROG Strix RTX 2080 Ti.

Lo strato di colla aggiunto va però ad interferire con i distanziali presenti nel waterblock e posizionati intorno alla GPU, causando difficoltà nell’installazione e problemi di contatto che portano a prestazioni di raffreddamento peggiori.

EK raccomanda quindi di rimuovere questi distanziali per assicurare un buon contatto tra chip e dissipatore e la giusta distribuzione della pasta termica, inoltre dopo aver eseguito dei test interni assicura che le prestazioni di raffreddamento – pur peggiorando – non cambiano poi molto.

Asus non ha dato conferme in merito, ma qualcosa di simile era già successo circa un anno fa con la GTX 1080 Ti, quando alcuni cambiamenti progettuali al PCB avevano reso i waterblock EK in commercio del tutto incompatibili e l’azienda era stata costretta ad introdurne di nuovi sul mercato.

Non sappiamo se anche in questo caso l’azienda deciderà di produrre un waterblock compatibile con il nuovo PCB di Asus, tutto dipenderà da quante di queste “nuove” ROG Strix RTX 2080 Ti saranno effettivamente vendute.

Volete provare il ray tracing senza spendere una fortuna? Date un’occhiata alla MSI RTX 2060 Ventus OC, la scheda perfetta per questo scopo.