Schede madre

Schede madre MSI e Asus pronte per Windows 10

MSI e Asus hanno annunciato che alcune schede madre hanno ricevuto la certificazione ufficiale Windows 10 WHQL da parte di Microsoft. La prima a ricevere questo "bollino di qualità" è la MSI H81M-P33, una soluzione di fascia bassa che costa circa 50 euro e permette di realizzare un PC da ufficio o per il multimedia con CPU Intel.

Windows 10

Sul fronte Asus le prime motherboard certificate sono lo Z97-A e Trooper B85. "È intenzione di Asus assicurare l'assoluta compatibilità dell'intera gamma di schede madre dotate di chipset Intel e AMD con il sistema operativo Windows 10", sottolinea l'azienda.

Benché una certificazione ufficiale sia una sicurezza in più, i nostri lettori meno esperti devono sapere che Windows 10 non richiede schede madre speciali o requisiti particolari, per cui qualsiasi motherboard va bene. Certo, bisogna soddisfare i requisiti del sistema, ma in quel caso il problema non è la motherboard bensì il resto del computer. 

MSI H81M-P33 MSI H81M-P33

Le build di anteprima di Windows 10 richiedono un processore da 1 GHz o più veloce con supporto PAE, NX e SSE2, 1 o 2 GB a seconda della versione dell'OS (32 o 64 bit), 16 GB (32-bit) o 20 GB (64-bit) di spazio su disco e una scheda video compatibile con le DirectX 9 dotata di driver WDDM. Ovviamente non deve mancare un accesso a Internet. Se avete Windows 8.1 non dovreste avere alcun problema con Windows 10, certificazioni o no.