Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Ashes of the Singularity: Escalation (2016, DX12)

Pagina 11: Ashes of the Singularity: Escalation (2016, DX12)
Tecnicamente Ashes of the Singularity è uscito all'inizio del 2016 permettendoci di testarlo in modalità DX12 nelle nostre recensioni della RX 480 e GTX 1060 6GB. L'aggiornamento Escalation è uscito nel novembre 2016 e quella è la versione che testiamo oggi. L'architettura Graphics Core Next (GCN) di AMD è usata meglio nei giochi dX12 rispetto […]

Tecnicamente Ashes of the Singularity è uscito all'inizio del 2016 permettendoci di testarlo in modalità DX12 nelle nostre recensioni della RX 480 e GTX 1060 6GB. L'aggiornamento Escalation è uscito nel novembre 2016 e quella è la versione che testiamo oggi.

ashes 01
ashes 02
ashes 03

L'architettura Graphics Core Next (GCN) di AMD è usata meglio nei giochi dX12 rispetto a quanto non lo fosse con le DX11. Di conseguenza GCN è ampiamente considerata superiore a Pascal nei giochi più recenti.

Laddove però i risultati dei nostri benchmark usando i driver 16.6.2 sono costanti tra il 2016 e il 2018, il frame rate medio della Radeon sotto gli Adrenalin Edition 18.7.1 è sorprendentemente inferiore.

Come visto in Battlefield 1, il driver 18.7.1 sembra sacrificare alcune prestazioni di picco in favore di una minore variabilità del frame time. Il risultato è un miglior frame rate al 99esimo percentile e un calo minimo nell'1% di frame più lento.

ashes 04
ashes 05
ashes 06

La GeForce GTX 1060 6GB insegue da subito la Radeon in Ashes of the Singularity. Le successive patch e gli aggiornamenti dei driver ne migliorano la posizione e ora è più veloce della scheda AMD. Cosa ancora più impressionante, la GTX 1060 6GB migliora il frame rate al 99esimo percentile senza compromettere le prestazioni di picco.