10 0 8 AMD Ryzen Threadripper 1920X
Tom's Hardware Italia
CPU

Overclock, raffreddamento e temperature


AMD Ryzen Threadripper 1920X
Socket
TR4
Thread
12 - 24
Boost
3.5 GHz - 4.0 GHz
TDP
180 W
Processo produttivo
14 nm
Pagina 10: Overclock, raffreddamento e temperature
Ryzen Threadripper 1920X alla prova. Si tratta di un processore con 12 core e 24 thread compatibile con schede madre X399.

AMD non ha usato pasta termica tra i die di Ryzen Threadripper e l’heatspreader, ma ha adottato la buona e vecchia saldatura in indio. Questa decisione da parte di AMD si dimostrerà cruciale per i nostri tentativi di overclock, aiutandoci a raggiungere la frequenza più alta vista con una CPU Ryzen. Abbiamo fatto molti cambiamenti alla configurazione di raffreddamento per evitare problemi con il meccanismo di montaggio standard.

Overclock

Il nostro Threadripper 1950X ha toccato 3,9 GHz a 1,35V, mentre il 1920X ha raggiunto 4,1 GHz con 1,42V. Il nostro sistema a liquido AIO non è riuscito a mantenere la CPU stabile a quel livello a causa del consumo che ha superato 250W durante il test di rendering.

Perciò siamo tornati al nostro Chiller di fascia alta per un miglior raffronto. In questo modo c’è un’unica e vera costante nelle nostre misure: la temperatura dell’acqua di circa 20 °C, persino con più di 300W di calore disperso.

Nell’uso quotidiano una soluzione a liquido normale sarà senza dubbio sufficiente grazie all’heatspreader saldato, che permette una migliore gestione termica di Threadripper rispetto al Core i9. Il nostro approccio ci dà semplicemente un po’ più di margine termico.

Usando il Chiller, Ryzen Threadripper 1920X è salito persino di più toccando 4,2 GHz a 1,45V e 4,3 GHz a 1,5V. A quel punto il Chiller ha iniziato mostrare segni di cedimento davanti alle temperature troppo alte. Abbiamo scelto quindi una frequenza di 4,1 GHz per i nostri test.

Temperature massime: frequenza stock

Per i nostri risultati base abbiamo usato una soluzione a liquido AIO da 360 mm fornita da AMD. Prima di iniziare è bene sapere che la motherboard limita entrambi i Threadripper a circa 180W. Non potete superare questo limite superiore neanche per piccoli periodi usando impostazioni normali.

11 temp1

Le curve del 1920X sembrano quasi identiche a quelle di Ryzen Threadripper 1950X, eccetto per pochi insignificanti salti di Tctl e Tdie. Non è una sorpresa dato che il carico è simile.

11 temp2

I valori di temperatura della CPU riportati da HWiNFO64 tramite il sensore separato di Asus sono tra 6°C e 12°C inferiori ai valori Tctl, e salgono più lentamente. Anche senza raffreddamento aggiuntivo le temperature del convertitore di tensione sono quasi perfetti appena sotto 60 °C.

Temperature massime: overclock

Aumentare le tensioni per un funzionamento stabile spinge i processori a superare il loro sweet spot. Di conseguenza il consumo sale alle stelle. Operare ben oltre 300W pone una grande sfida per qualsiasi soluzione di raffreddamento. Questo è il motivo per cui usiamo il Chiller. Abbiamo provato un normale sistema a liquido che ci ha restituito valori Tctl e Tdie che salgono tra circa 10 e 15 °C, un range accettabile.

11 temp3

Il 1950X overcloccato tocca il picco tra 320 e 325W. Usando il Chiller questo livello di consumo è accompagnato da valori Tctl di 87 °C. Non è in verità un valore così severo come sembra, una volta che si tiene conto dell’offset e dei valori Tdie. Una temperatura reale di circa 60 °C dimostra perché la saldatura è superiore alla pasta termica.

11 temp4