Periferiche di Rete

USB 3.0 a 10 Gbps con un piccolo aggiornamento

USB 3.0 a 10 Gbps per uccidere Thunderbolt sul nascere. Altro che fulmine a ciel sereno, la mossa dell'USB 3.0 Promoter Group rischia di trasformarsi in un terremoto. Entro giugno infatti saranno completate le specifiche che miglioreranno le prestazioni dello standard USB 3.0, e lo sbarco sul mercato è atteso per il 2014. Al CES di Las Vegas tutti gli addetti ai lavori hanno ricordato che non si tratta di USB 4.0 bensì di un lavoro di ottimizzazione.

Si parla infatti un raddoppio della velocità massima (teorica) di trasferimento dati: praticamente dagli attuali 4,8 Gbps a circa 10 Gbps. Il tutto mantenendo la piena compatibilità con la cavetteria (e i connettori) e i prodotti USB 2.0. Ovviamente per raggiungere i 10 Gbps ogni dispositivo dovrà montare chip di nuova generazione e i cavi disporre di una certificazione – quindi di una qualità adeguata.

Per quanto riguarda i benefici è stato confermato anche il miglioramento dell'efficienza di encoding, che dovrebbe consentire la riduzione dei consumi e un più ampio uso del canale di trasmissione.

USB 3.0

"Il raddoppio delle prestazioni del SuperSpeed USB sarà un beneficio soprattutto per i prodotti emergenti di docking e archiviazione", ha commentato Brad Saunders, presidente di USB 3.0 Promoter Group. Persino Intel, che è proprietaria dello standard Thunderbolt, ha dovuto fare buon viso alla novità. "Riconosciamo che più applicazioni di archiviazione richiedono molta velocità verso periferiche e dispositivi", ha commentato Alex Peleg, vice presidente architetture di Intel. "L'azienda è completamente impegnata nel fornire prestazioni USB da 10 Gbps a queste piattaforma mantenendo la compatibilità con l'attuale ecosistema USB per aiutare a soddisfare la domanda degli utenti di prodotti a basso costo e alte prestazioni".

Secondo USB 3.0 Promoter Group la revisione delle specifiche da parte delle aziende si completerà in questo primo trimestre,  dopodiché per metà anno si dovrebbe avere una definizione dell'aggiornamento. È bene tuttavia ricordare che per comparare Thunderbolt e USB non ci si può fermare alla velocità massima teorica indicata dalle specifiche. Sappiamo infatti, per esempio, che ottenere il massimo da un USB 3.0 non è sempre semplice, e che tecnicamente Thunderbolt è una cosa molto diversa.

Per le esigenze di molti consumatori privati, tuttavia, l'USB 3.0 migliorata potrebbe essere un'opzione più interessante rispetto al più costoso Thunderbolt, a meno che i prezzi calino sensibilmente nei prossimi mesi.