Software

uTorrent 3.4 scarica più veloce e rimbalza gli attacchi DDoS

È finalmente uscita la versione 3.4 di uTorrent, il client più famoso e usato per il trasferimento P2P di file. L'aggiornamento promette download ancora più veloci (banda permettendo) e maggiore resistenza agli attacchi DDoS, grazie a una selezione più oculata dei peer.

Si tratta di uno degli aggiornamenti più significativi degli ultimi anni per la popolare applicazione, che ora può scegliere i peer a cui collegarsi con un nuovo criterio. Adam Kelly di BitTorrent spiega infatti che "Se (un client) sceglie male, o se ci sono elementi malevoli nello swarm, le connessioni tra i clienti non sono ben distribuite, e questo porta a buon numero di interruzioni tra i nodi. Questo riduce la capacità che hanno i clienti di passarsi i dati".

Un problema ora risolto dalla nuova "Canonical Peer Priority", (CPP), grazie alla quale uTorrent dà priorità ai peer più vicini (come meno salti). "Questo significa che se uTorrent ha raggiunto il massimo delle connessioni per un torrent, accetterà ancora peer in entrata con alta priorità", si legge su TorrentFreak.Il nuovo metodo inoltre è anche una valida protezione contro eventuali attacchi DDoS, perché limita la possibilità di bloccare uno swarm con eccessive richieste a bassa priorità.

Affinché i nuovi benefici siano visibili tuttavia sarà necessario che la maggior parte delle persone aggiorni uTorrent alla versione 3.4 o successive, e per questo ci vorrà un po' di tempo.