Software

Windows 11, le aziende dovrebbero attendere per l’upgrade?

Se possedete un’azienda e state pensando di eseguire l’aggiornamento a Windows 11, forse sarebbe meglio aspettare. Secondo The Register, la società di analisi Gartner raccomanda ai propri clienti di prendersi del tempo per prepararsi ed evitare di affrettarsi prima di adottare Windows 11, nonostante le nuove feature per la sicurezza. In particolare, il vicepresidente di Gartner’s research, Stephen Kleynhans, consiglia alle aziende di eseguire una valutazione di Windows 11 a partire dal 2022, prima di introdurre una fase di implementazione dopo la seconda metà del 2022, quando Windows 11 22H2 sarà disponibile.

Windows 11

Kleynhans non ha fornito una risposta precisa sul motivo per cui le società dovrebbero aspettare un anno intero per implementare Windows 11. Tuttavia, si prevede che le aziende, in particolare quelle di maggiori dimensioni, avranno bisogno almeno di alcuni mesi di valutazione dopo il lancio di un nuovo sistema operativo per assicurarsi che tutte le applicazioni utilizzate funzionino correttamente. Anche la maturità di Windows 11 è un altro fattore da tenere in considerazione, poiché è sempre consigliabile dare a un nuovo sistema operativo il tempo di maturare con nuovi aggiornamenti di sicurezza e stabilità, e lo stesso vale anche per driver.

Gartner suggerisca di considerare l’upgrade a Windows 11 una volta giunto l’update 22H2, per assicurarsi che gli strumenti e processi utilizzati per gli aggiornamenti delle funzionalità di Windows 10 siano affidabili. Anche se la maggior parte delle funzionalità di Windows 11 avrebbe potuto essere pubblicata all’interno di un semplice aggiornamento delle funzionalità per Windows 10, la società di analisi ritiene che Windows 11 offra al settore una nuova baseline moderna al mercato PC.

Credit: Tom's Hardware
Windows 11 Microsoft Store

Il problema con il modello “Windows As A Service” di Windows 10 erano le linee sfocate tra hardware obsoleto e nuovi set di funzionalità. Windows 10 è uscito da sei anni ormai e far funzionare tutte le app e le funzionalità di supporto di Windows 10 con un hardware di 5 anni fa può essere difficile. Con Windows 11, Microsoft è stata in grado di creare una base con nuovi requisiti di sistema per dare agli sviluppatori più tempo per lavorare sul supporto delle piattaforme più recenti invece di provare a supportare sia il nuovo che il vecchio hardware. Quindi, nonostante Gartner consigli a tutti di prendersi il proprio tempo per eseguire l’aggiornamento a Windows 11, crede anche che il sistema operativo costituisca un passo avanti nella giusta direzione.