Software

Windows 7 è il nuovo XP, Windows 8.1 insegue da lontano

Windows 8.1 finalmente ha superato Windows 8 per diffusione, stando agli ultimi dati di NetMarketShare. L'ultima versione del sistema operativo Microsoft ha fatto segnare a maggio una percentuale del 6,35%, mentre Windows 8 è sceso al 6,29%. Parallelamente Windows 7 ha superato di nuovo il 50%, recuperando buona parte della quota persa da XP.

Windows 8.1 resta ancora relativamente poco diffuso quindi, ma è comunque un segnale interessante: Microsoft ha distribuito Windows 8.1 come aggiornamento gratuito di Windows 8, e questi numeri indicano che il pubblico ha finalmente recepito la novità – per quanto molto lentamente.  

Microsoft ha ancora molto lavoro da fare, in ogni caso, perché sono ancora moltissime le aziende – e diversi privati – che preferiscono Windows 7. Di fatto ci sono OEM, come Lenovo, che vendono computer di classe business con Windows 7 e i DVD di Windows 8.

Windows 7 sembra così destinato a un'eccezionale longevità com'è successo a Windows XP, che è andato in pensione ufficialmente dopo ben 13 anni di servizio – ma alcune versioni godranno di supporto ufficiale ancora per qualche tempo. A oggi XP pesa ancora per il 25% circa, ed è probabile che questo valore si riversi quasi interamente nella quota di Windows 7 – attualmente ancora oltre il 50%.

Una licenza di Windows 7 è pur sempre un introito per l'azienda di Redmond, che ha però bisogno di una diffusione quanto mai rapida di Windows 8.1, dei suoi servizi integrati e dell'armonizzazione con Windows Phone e Xbox One.

Per Microsoft Windows 8.1 è un elemento fondamentale nelle nuove strategie, ma non ci sono bacchette magiche per convincere il pubblico a fare un cambiamento, per quanto ci si sforzi di convincerlo. Questo aggiornamento gratuito infatti ci ha messo ben otto mesi a superare Windows 8, segno che Microsoft ha davanti a sé una salita molto ripida.