Software

Windows Vista è davvero così caro?

Pagina 1: Windows Vista è davvero così caro?

Introduzione

Il prezzo di listino della nuova famiglia di prodotti Vista è al centro di dibattito. Microsoft sostiene che si tratti di un una richiesta equilibrata – anzi economica. "Se consideri il costo del software spalmato lungo il ciclo di vita di un PC, è praticamente meno di quello che spende una normale famiglia in latte nello stesso periodo", ha dichiarato Brad Brooks, General Manager di Microsoft. 

Di altro avviso, invece, la comunità di consumatori che forse valuta con percezione diversa sia le soluzioni software integrate che gli ulteriori esborsi per l’aggiornamento hardware.

Oggettivamente si tratta del sistema operativo firmato Microsoft più completo degli ultimi anni: non manca praticamente nulla per un’esperienza online e off-line completa. Il problema, forse, è che dato il ritardo accumulato dal suo lancio gli utenti hanno imparato con il 98SE e ancor di più con XP che il web offre migliaia di opportunità shareware o freeware degne di interesse ed attenzione.

Se però poi si vanno analizzare i listini in dettaglio si scopre che rispetto all’inflazione Microsoft ha applicato grandi sconti. L’upgrade a Windows 98, nel 1998, costava circa 109 dollari. La Federal Reserve conferma che quella cifra tradotta nel 2007 sarebbe 137 dollari. Ora, una copia di Vista Home Basic upgrade costa la bellezza di 99 dollari…

Se si considerano i prezzi dei pc, però, il software inizia a sembrare esageratamente caro in proporzione. Un pc medio nel 1998 costava 1100 dollari; adesso secondo NPD Group si aggira intorno ai 650 dollari. Ecco quindi che anche 99 dollari sembrano un’esagerazione.

"Il costo di Windows sembra essersi alzato tantissimo se si relazione ai componenti di un pc, ma in verità non è così", ha sottolineato Stephen Baker, analista di NPD. "Come nell’hardware dobbiamo considerare i miglioramenti presenti nel sistema operativo".