Offerta

I migliori zaini da trekking | Agosto 2020

Con l’arrivo dell’estate è normale che molti di voi stiano organizzando le proprie (agognate) giornate fuori porta, con l’obiettivo non solo di recarsi verso le più apprezzate località balneari, ma anche verso le più ambite mete alpine dove, tra scalate, foreste e aria fresca, sarà possibile trovare aria fresca, pace ed un po’ di relax.

Nel tentativo di aiutarvi nella vostra ricerca per l’avventura e la vita all’aria aperta, abbiamo quindi pensato di proporvi questa pratica ed essenziale guida all’acquisto che – almeno per i momento – vi propone ben 7 diversi zaini dedicati al trekking ed alle passeggiate in montagna, con l’intento di consigliarvi quello che può essere il compagno ideale di viaggio da portare sulle spalle. Nel farlo abbiamo inserito solo zaini che abbiamo avuto modo di testare in prima persona, tenendo in considerazione alcuni aspetti fondamentali come i materiali di fabbricazione, il peso da vuoto, la capacità totale (espressa ovviamente in litri), l’equilibrio e la comodità generale. Ne è venuta fuori una lista che propone alcuni dei migliori brand del mercato, con scelte che possono facilmente adattarsi sia agli amatori, che non desiderano spendere troppo, sia a quanti sono invece alla ricerca del meglio che il mercato possa offrire.

Speriamo siate pronti a mettervi in viaggio perché questa è la nostra guida all’acquisto ai migliori zaini da trekking disponibili sul mercato. Che l’avventura abbia inizio!

I migliori zaini da trekking

The North Face Borealis Classic | Piccolo e compatto

 The North Face Borealis Classic
Più che uno zaino da trekking, il The North Face Borealis Classic potrebbe sembrare uno zaino da scuola o, perché no, un fedele alleato di qualunque “esploratore urbano” passi le sue giornate in giro tra città e lavoro, ma non è così. Il Borealis Classic è infatti uno zaino che non nasconde il suo spirito da trekker, e che risulta perfetto per chunque abbia bisogno di portare con sé, in modo comodo, tutto il necessario per una o due giornate fuori porta. Dal peso approssimativo di un chilo, e con la sua capienza di ben 29 litri, il Borealis Classic è tessuto interamente in poliammide, risultando così non solo resistente agli strappi, ma anche all’acqua. Munito di spallacci FlexVent sagomati e imbottiti in materiale espanaso, risulta comodo sulle spalle anche a pieno carico, e grazie al pannello posteriore in imbottito e con tecnologia air-mesh, risulta leggero e perfettamente posizionato anche sulla schiena, così da non gravare in marcia o in salita. Ampio e capiente nonostante le dimensioni contenutissime, offre un ampio scomparto principale con organiser, alloggiamento per sacca idrica e uno scomparto secondario. Certo, forse il prezzo è un po’ alto se si compara la capienza rispetto alla concorrenza, ma considerata l’affidabilità del marchio e la resistenza del prodotto, il Borealis Classic resta decisamente un articolo da tenere in considerazione.

» Clicca qui per acquistare il The North Face Borealis Classic


Ferrino Chilkoot 75 | Il più capiente

Ferrino Chilkoot 75
Pratico, robusto e dalla capienza di 75 litri, il Ferrino Chilkoot è una scelta sempre indovinata per chiunque cerchi uno zaino versatile, capiente e che non superi la soglia dei 90 euro. Nonostante questo, il Chilkoot può comunque contare sulle più recenti innovazioni tessili di Ferrino, ovvero i materiali Double Tech e Supertex, che compongono lo zaino quasi interamente, se si escludono lacci e fibbie. Il primo è un tessuto in fibra di poliestere ulteriormente irrobustito dalla sua trama in doppia fila rinforzata in materiale antistrappo. Mentre il secondo è un tessuto di produzione americana composto prevalentemente in fibra di poliestere e PVC, molto leggero ma altrettanto robusto. Il risultato è uno zaino dal peso di circa 2 kg, con corpo estensibile per 10 litri extra ed una moltitudine di comode tasche, di cui una sul cappuccio. Il suo schienale ergonomico distribuisce il peso molto bene sulla schiena e la presenza di adeguate imbottiture negli spallacci lo rendono uno zaino comodo anche se l’eccessiva altezza potrebbe renderlo difficile da bilanciare per i meno esperti.

» Clicca qui per acquistare Ferrino Chilkoot 75


Ferrino Overland 65+10 | Il più versatile

Ferrino Overland 65+10
Tra gli zaini preferiti dagli escursionisti, specie per quelli che amano passare ben più di una giornata all’aria aperta, l’Overland è uno zaino da 65 litri con 10 litri di capienza extra. Tessuto totalmente in Supertex, è uno zaino non troppo pesante ma molto comodo e resistente, il cui punto di forza è l’accessibilità dello spazio interno, grazie soprattutto alla comoda apertura frontale, che permette di accedere al contenuto dello zaino senza doverlo per forza svuotare. Ergonomico, comodo e molto versatile, pesa da vuoto appena 998 g ed offre una doppia tasca sul cappuccio, nonché alcune comode taschine laterali e frontali. Insomma, uno zaino pratico e comodo, per altro spesso disponibile con ottimi sconti.

» Clicca qui per acquistare Ferrino Overland 65+10


Deuter Aircontact Pro | Il nonplusultra

 Deuter Aircontact PRO 60 + 15
Semplicemente uno dei top attualmente disponibili sul mercato, se non il migliore in assoluto! Il Deuter Aircontact Pro è uno zaino perfetto per i viaggi che richiedono molto bagaglio e si caratterizza per una resistente ma flessibile cornice di alluminio che dona allo zaino resistenza e stabilità. Dotato di stecche in alluminio semicurve e estraibili, punta a distribuire adeguatamente il peso sulla schiena anche in presenza di pesi sostanziosi. Del resto stiamo parlando di uno zaino da 60 litri, a cui si può aggiungere uno spazio extra, tramite estensione, di ben 15 litri. In ogni caso, grazie al suo design, alla leggerezza dei materiali ed alle numerose cinghie di stabilizzazione, il Deuter Aircontact Pro resta sempre stabile sulle spalle, merito anche delle ampie e comode alette lombari, che distribuiscono il carico e assicurandovi una camminata sicura e senza il rischio di storte o cadute il che non è un male visto che, da vuoto, pesa di per sé già 3,39 Kg, non pochi per uno zaino da trekking. Filato quasi totalmente in nylon, è resistente all’acqua ma dispone di una comoda cappotta antipioggia estraibile, adatta per affrontare al meglio le più aspre precipitazioni. Si tratta di uno zaino per professionisti (come testimoniato dal suo prezzo di ben 229,00€), che dispone di tanti piccoli tocchi di classe che gli amanti del campeggio ameranno quali due scomparti portavalori, scomparto separato sul fondo, come scomparto per una sacca d’idratazione, tasche esterne per paletti da tenda e persino uno scomparto per la biancheria bagnata.

» Clicca qui per acquistare Deuter Aircontact Pro


Salewa Alptrek 42+5 | Per ferriate e scalate

SALEWA Alptrek
Comodo, perfettamente bilanciato e tessuto in materiali leggeri ma molto resistenti, il Salewa Alptrek è una scelta ideale per quanti amano l’escursionismo d’altura e necessitano di uno zaino capiente ma leggero che possa contenere un po’ di tutto, compresi materiali puntuti come quelli da scalata o da ferriata. Alptrek è infatti tessuto interamente in nylon resistente all’abrasione, offrendo un peso complessivo, da vuoto, di soli 454 g! Nonostante sia uno dei meno capienti della nostra lista, i suoi 42 litri (a cui se ne possono aggiungere 5 in estensione) sono comunque sufficienti per una ricca gita fuori porta di due o tre giorni, potendo contare sullo spazio anche per qualche giorno in più qualora si parli, ad esempio, di una leggera escursione estiva. Munito di sistema “Dry Back Custom”, offre una regolazione comoda e agevole della parte posteriore, degli spallacci imbottiti e della cintura, così da offrire una posizione ottimale della schiena ed una corretta distribuzione del peso lungo la fascia vertebrale. Dotato di ampie tasche e di un accesso frontale comodo ed ampio, è compatibile con il portaborse per l’acqua Salewa e presenta addirittura uno scarico per il sistema di idratazione. Insomma una scelta comoda per l’alta montagna.

» Clicca qui per acquistare Salewa Alptrek 42+5


Aspensport Cherokee 60 | La scelta economica

AspenSport Cherokee 60
Consci che molti di voi possano essere alle prime armi e, pertanto, non così desiderosi di svenarsi in una spesa che potrebbe non ripagarvi di altrettanto entusiasmo, abbiamo scelto per voi quella che è, a nostro giudizio, una delle scelte “economiche” attualmente disponibili sul mercato. Ci siamo quindi rivolti ad Aspensport ed al suo apprezzato Cherokee 60, uno zaino da 60 litri (non estensibile) che con i suoi 35 euro circa rappresenta una scelta ideale per tutti gli escursionisti occasionali o per chi, magari non così avvezzo a trolley o simili, cerca uno zaino per girovagare il mondo… anche in aereo. Tessuto in nylon e poliuretano, il Cherokee 60 è uno zaino comodo e funzionale, dotato però della sola apertura superiore il che, come intuirete, non è il massimo quando si ha bisogno di tirar fuori qualcosa che si trova proprio al centro o in fondo allo zaino. Al netto di questo problema, stiamo parlando di uno zaino dallo schienale adattabile (da M a XL) e munito di buone imbottiture dorsali e negli spallacci. Le cinghie di regolazione permettono una bona distribuzione del peso e nonostante il prezzo basso gode persino di qualche apprezzabile extra, come parapioggia integrato, fasce porta sacco a pelo e attacchi per bastoni da trekking. Insomma, una scelta economica ma da non sottovalutare!

» Clicca qui per acquistare AspenSport Cherokee 60


AspenSport Long March 70 | Grande rapporto qualità/prezzo

 AspenSport Long March
“Fratello maggiore” della AspenSport, il Long March 70 è uno zaino davvero capiente che, con il suo prezzo di circa 40 euro, rappresenta forse una delle migliori scelte del mercato in termini di rapporto qualità/prezzo. Al netto del prezzo economico tipico del brand, il Long March 70 risulta infatti molto comodo e resistente, potendo per altro disporre di un sistema di trasporto regolabile che si adatta facilmente alle taglie M, L e XL. Tessuto interamente in poliuretano, dispone di comodi spallacci mobili e di un sezione sullo schienale in materiale traspirante, risultando particolarmente adatto per le escursioni estive. Capiente ben 70 litri, dispone di uno scomparto principale che può essere diviso in due sezioni distinte e di un coperchio in tessuto dotato di una tasca esterna. Perfettamente compartimentato, permette la separazione di cibo, vestiti puliti e sporchi e scarpe, risultando perfetto come zaino per le lunghe gite outodoor. Impermeabile, ma comunque munito di una comoda copertura antipioggia integrata, l’AspenSport Long March 70 è uno zaino davvero ideale per chi vuole avere tutto, spendendo davvero poco.

» Clicca qui per acquistare AspenSport Long March 70


Come scegliere uno zaino da Trekking

Dimensioni e litri

Prima di effettuare la propria scelta nell’ambito degli zaini da trekking, occorre anzitutto chiedersi quali siano le dimensioni che si stanno cercando il che, come capirete, varia anche in base all’uso che se ne deve fare. Se si parla di zaini, il volume che essi possono contenere viene espresso in litri, mentre qualunque riferimento a grammi o chili, sono generalmente utilizzati per definire il peso dello zaino da vuoto. Per un acquisto generico, che può andar bene per gite brevi o anche per intere giornate fuori, suggeriremmo una media di 45 litri di capienza, con la possibilità di espandere il tutto almeno di altri 10 litri grazie ad eventuali compartimenti estensibili dello zaino. Trattandosi di zaini pensati per l’escursione, capirete bene quanto sia importante che essi non siano troppo pieni, ma che siano comunque sufficienti a contenere tutto l’occorrente per le proprie avventure. In linea di massima, per una escursione giornaliera consiglieremmo di stare tra i 20 e i 30 litri, a seconda del prezzo e, ovviamente, del tipo di equipaggiamento di cui si ha bisogno; mentre per uscite da più giorni suggeriremmo di stare sempre attorno ai 60 litri, con la possibilità – anche in questo caso – di acquisti estensibili che, in alcuni casi, riescono anche a sfiorare gli 80 litri di capacità. Ovviamente, più lo zaino è capiente e più sarà pesante e ingombrante sulle spalle, motivo per cui vi suggeriamo di affidarvi a zaini molto capienti solo se chiaramente provvisti di adeguati supporti schienali e lombari, e del giusto numero si cinghie regolabili per bilanciare il peso sulle spalle.

Peso

Come detto, anche il peso gioca un ruolo fondamentale nella scelta di un buono zaino da trekking. Ovviamente il peso di uno zaino da vuoto è soggettivo e, per altro, dipende puramente dai materiali da cui è composto. Ecco perché bisogna innanzitutto capire come è composto lo zaino, se dispone di inserti rinforzati in alluminio o leghe metalliche (alcuni modelli hanno, ad esempio, delle barre di supporto per tenere la schiena dritta quando il carico dello zaino è elevato) o se dispone di imbottiture che possano favorire la distribuzione del carico sulle spalle. Non esiste un peso ideale, anche se diremmo che uno zaino vuoto di qualità non deve mai pesare oltre i 4 chili, ma se e solo se si tratta di uno zaino per lunghissime escursioni e, dunque, di grande capienza. Quel che importa è che sia da pieno, che da vuoto, lo zaino di vostra scelta disponga dei giusti sistemi di equilibratura del carico su schiena e spalle senza i quali, anche con un peso esiguo, rischierete un inutile – quanto dannoso – sforzo fisico.

Materiali

I materiali sono un aspetto fondamentale nella scelta di uno zaino da trekking, perché da essi dipendono due fattori decisivi: resistenza e peso. Generalmente gli zaini da trekking sono composti di due materie principali, dalle caratteristiche quasi del tutto simili, ovvero poliestere e nylon, con il primo a dettare legge nel settore, sia per il suo rapporto qualità/prezzo, sia per le sue qualità traspiranti. Il vantaggio del nylon, invece, è quello di essere solo leggermente più elastico e resistente, e con un miglior rapporto in termini di peso. Al di la di dettagli minimi, sostanzialmente, poliestere e nylon sono del tutto simili e la scelta tra i due è assolutamente soggettiva. Tra gli altri materiali da tenere in considerazione ci sono quelli relativi a eventuali supporti rigidi per la schiena, capaci di mantenere il peso dello zaino in colonna e di non affaticare colonna vertebrale e muscoli di schiena e spalle durante la marcia. L’optimum sarebbe affidarsi a zaini che possono contare su sistemi di supporto in fibra di carbonio, il cui rapporto resistenza/peso è impagabile, tuttavia sono rarissimi i casi in cui questo materiale viene impiegato nel settore, in quanto il suo costo di produzione e lavorazione fa salire il prezzo alle stelle. Molto meglio, dunque, affidarsi all’alluminio o alle leghe metalliche leggere sebbene, va detto, col tempo queste tendano a piegarsi o sformarsi. Evitate invece gli zaini molto capienti che non hanno un adeguato supporto o, quanto meno, uno schienale con inserti rigidi. Infine, ricordate che anche quando uno zaino è dichiarato come “impermeabile”, esso sarà sempre soggetto alle forti piogge, motivo per cui è sempre meglio optare per una impermeabilizzazione periodica che, al di la dei materiali dello zaino, potrete effettuare da soli grazie ad appositi spray comunemente in vendita.