Offerta

Mascherine lavabili | Le migliori del 2021

Dai primi mesi del 2020, il Covid-19 ha complicato la vita delle persone e, nonostante la medicina sia riuscita in pochi mesi a creare diversi vaccini contro questo specifico virus, ancora oggi la situazione continua ad essere problematica. Come saprete, i metodi per difendersi da questa malattia sono diversi e uno di questi è quello di indossare la mascherina. Essedo quest’ultime non gratuite, la spesa nel medio e lungo periodo potrebbe rivelarsi importante e siamo sicuri che tutti abbiamo utilizzato almeno una volta la stessa mascherina anche quando era il momento di sostituirla, con l’obbiettivo di ridurre i costi.

Questa però è una procedura che dovrebbe essere evitata, anche perché la soluzione esiste. Come saprete, infatti, ci sono tantissime mascherine lavabili studiate appositamente per essere riutilizzate. La loro protezione probabilmente non raggiunge quella di una mascherina FFP2 o FFP3, ma si tratta di un’ottima alternativa a quelle chirurgiche. Per essere idonee, però, le mascherine lavabili devono essere realizzate con determinati materiali e, ovviamente, possedere le certificazioni di riferimento. A tal proposito, entreremo nel dettaglio nella seconda parte di questo articolo, dedicando di seguito lo spazio sufficiente per scoprire quali sono le migliori mascherine lavabili da acquistare.

Le migliori mascherine lavabili

Migliori mascherine lavabili

Relaxsan Unima

Relaxsan Unima
Le Relaxsan Unima si collocano sicuramente tra le mascherine lavabili più sicure e confortevoli e sono 100% Made in Italy. Disponibili in tantissime colorazioni, vantano un design che vi permetterà di tenerle ben salde sul viso. Ciò permetterà ai possessori di occhiali di non avere il problema dell’appannamento. Questo modello, inoltre, dispone di un filato d’argento, con capacità antibatteriche e antiodore, le quali rimarranno inalterate anche dopo diversi lavaggi. A dimostrazione della loro qualità, vi arriveranno in un comodo sacchettino in raso in cui riporle quando non le utilizzate.

» Clicca qui per acquistare Relaxsan Unima


Fata Morgana 2

Fata Morgana 2
Certificate come dispositivo medico di classe 1, le Fata Morgana 2 rientrano senza dubbio tra le migliori mascherine lavabili. Grazie al nasello metallico e alla perfetta aderenza sul viso, i possessori di occhiali potranno finalmente dire addio al fastidioso problema dell’appannamento, che costringe spesso ad abbassare la mascherina. Le finiture sono studiate per durare a lungo, mentre per quanto riguarda il filtraggio di batteri, l’azienda consiglia di sostituirle dopo 10 lavaggi. Mascherine dunque ottime, la cui certificazione è controllabole tramite il codice QR situato sulla confezione e, come il modello precedente, sono 100% Made in Italy.

» Clicca qui per acquistare Fata Morgana 2


Honyaio

HONYAO
Realizzate con ben 5 strati, le mascherine Honyaio entrano di diritto nella nostra lista dedicata ai migliori modelli lavabili. A differenza delle precedenti, queste vantano di diversi filtri attivi e la chiusura a strappo, che vi garantiranno rispettivamente una protezione ottimale e una stabilità decisamente migliore rispetto ad un modello ad elastico. Il loro design, inoltre, le rende particolarmente adatte all’uso sulla moto e vengono offerte con ben 8 filtri addizionali.

» Clicca qui per acquistare Honyaio


H&S Professional

H&S Professional
Passando oltre, meritano di essere citate anche le mascherine lavabili di H&S Professional, che vantano materiali morbidi e sanno essere delicate sulla pelle. Con un sistema di filtraggio a 5 strati, avrete un’ottima protezione da una serie di contaminanti presenti nell’aria e si rivelano ideali anche per progetti artigianali e per il giardinaggio. Insomma, dispositivi ideali per la protezione necessaria di questo periodo.

» Clicca qui per acquistare H&S Professional


Nuur

Nuur
Per concludere la lista delle migliori mascherine lavabili, abbiamo ritenuto opportuno segnalare le Nuur, le quali vantano una chiusura a scatto con passanti regolabili che, abbinata all’ottima vestibilità, farà sì che queste entrino tra i modelli più confortevoli che potete acquistare. Ideali per qualsiasi tipo di utilizzo, vengono proposte nella confezione da 5 pezzi ad un prezzo simile alle precedenti mascherine, vendute singolarmente, ideali quindi per chi vuole risparmiare. Inoltre, ogni mascherina ha un colore diverso e ciò invoglierà sicuramente diverse persone a optare per questa soluzione.

» Clicca qui per acquistare Nuur


Come scegliere le mascherine lavabili

Come saprete, in questo periodo avere un mascherina a portata di mano è essenziale. La pandemia da Covid-19, infatti, sembra debba durare ancora a lungo, motivo per cui potreste prendere in considerazione l’idea di investire in una mascherina lavabile, ossia quella che vi permetterà di essere indossata più di una volta. Anche se le migliori mascherine usa e getta possono essere efficaci, soprattutto se usate le FFP2 o FFP3, la preoccupazione relativa al fatto di buttare i modelli chirurgici o la spesa costante per averne di nuove, potrebbe far sì che le maschere lavabili siano la strada da percorrere.

La maggior parte dei modelli lavabili sono a base di stoffa e piuttosto facili da pulire, esattamente come qualsiasi altro articolo di abbigliamento che tende a sporcarsi. Nonostante i ministri della salute pubblica raccomandino di lavare le mascherine dopo ogni utilizzo, ciò non significa che i modelli in oggetto non possano essere una comoda alternativa a quelle usa e getta. Se usate con cura e pulite adeguatamente, le mascherine lavabili possono durare a lungo e con una buona protezione verso le particelle virali sospese nell’aria.

Come saprete inoltre, la campagna vaccinale contro il Covid-19 è iniziata da tempo, ma le linee guida di chi si occupa della saluta pubblica esortano ancora a proteggere se stessi e gli altri quando ci si trova in pubblico. Occorre quindi continuare a indossare una mascherina di buona qualità, rimanendo a distanza di sicurezza dalle altre persone ed evitare, se possibile, folle e luoghi poco ventilati. Per aiutarvi a scegliere un’ottima mascherina lavabile e facile da pulire, abbiamo pensato di fornirvi alcuni suggerimenti in merito a quali aspetti tenere in considerazione per avere la certezza di fare un buon acquisto.

Certificazione

Una buona mascherina non può essere sprovvista di certificazione! Quest’ultima, se presente, verrà sicuramente menzionata nella descrizione o in alcuni casi la si potrà controllare tramite un codice QR situato sulla confezione. Per avere la certezza di entrare nei luoghi pubblici, ad esempio in un aeroporto, con una mascherina lavabile, il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione i modelli riconosciuti come dispositivi medici di classe 1.

Materiali

I materiali sono importanti quanto la certificazione, dato che sono proprio quest’ultimi che andranno poi ad impattare sulla sicurezza della mascherina. Nel caso delle soluzioni lavabili, una mascherina dovrebbe essere realizzata in cotone o in TNT (tessuto non tessuto). Nonostante entrambi siano buoni al livello di filtraggio, il nostro consiglio è quello di puntare sui modelli a cotone, dato che quest’ultimi hanno già la caratteristica di essere antibatterici.

Comfort

In determinate circostanze, come ad esempio sui posti di lavoro, la mascherina deve essere indossata per molte ore, motivo per cui acquistare un modello capace di rimanere ben saldo sul viso e dotato di elastici morbidi sarà fondamentale, anche per il discorso riguardante l’appannaggio delle lenti. Di solito, i migliori produttori di mascherine riportano nella descrizione se i loro modelli godono o meno di particolari accortezze e dettagli, volti a migliorare l’indossabilità.

Altri suggerimenti

Detto questo, controllate sempre l’etichetta della vostra maschera, poiché alcune aziende utilizzano un misto di tessuti personalizzati, soprattutto per aumentare il calore durante l’inverno o per trattenere l’umidità. Uno dei fattori più importanti è il sigillo della mascherina. Questa dovrebbe adattarsi saldamente al naso e bocca, non lasciando spazi vuoti che potrebbero consentire il passaggio di virus. Consigliamo quindi di affidarvi ad una mascherina che abbia le cinghie per le orecchie regolabili e una forma a cono che si adatti al contorno del naso. Se il modello che avete acquistato o che state per acquistare non ha queste caratteristiche regolabili, evitate di comprarlo, ponendo l’attenzione sui modelli studiati per muoversi il meno possibile una volta indossati.

Le mascherine lavabili sono un’ottima alternativa a quelle usa e getta anche perché possono essere personalizzate, non solo nella colorazione ma anche nella struttura, con l’obiettivo di migliorarne la vestibilità. I migliori modelli dispongono di strisce nasali flessibili che riducono l’appannamento degli occhiali. Nel caso delle mascherine lavabili, potrebbe rivelarsi vantaggioso indossarne due, soprattutto se si indossa per prima il modello chirurgico per poi applicarci sopra una soluzione di cotone. In questo modo, si andranno ad aggiungere strati di protezione che, combinati, possono aumentare la protezione del dispositivo.

Come anticipato, questa tipologia di mascherine può essere lavata in lavatrice o, se preferite, a mano. Anche se non resisteranno per sempre, possono essere indossate dozzine di volte e lavarle aiuterà a impedire loro di accumulare batteri e germi sulla superficie.

Come pulire le mascherine lavabili

Ribadiamo che le maschere lavabili devono essere lavate non appena si sporcano, o almeno una volta al giorno. Se avete invece un modello usa e getta, gettatelo via dopo averlo indossato una volta. Inoltre, ricordatevi sempre di lavarvi le mani dopo aver maneggiato o toccato una mascherina usata. Detto ciò, scopriamo come fare!

  • In lavatrice: mettete la mascherina insieme al resto del bucato e utilizzate un normale detersivo, con le impostazioni appropriate in base all’etichetta del tessuto.
  • A mano: lavate la mascherina con acqua di rubinetto e detersivo per bucato o sapone. Risciacquate abbondantemente con acqua pulita per rimuovere il tutto.

Una volta lavate, toccherà poi asciugarle. Scopriamo di seguito come comportarci in tal senso.

  • Nell’asciugatrice: utilizzare i programmi a caldo.
  • A mano: appendete la mascherina alla luce diretta del sole. Se ciò non è possibile a causa delle giornate fredde, stendetela e lasciatela asciugare normalmente.

Come conservare la mascherina

Se la mascherina è bagnata o sporca di sudore, saliva, trucco o altri liquidi o sostanze, conservatela in un sacchetto di plastica sigillato fino a quando non la laverete. Ad ogni modo, suggeriamo di lavare le mascherine bagnate o sporche il prima possibile per evitare che diventino ammuffite. Vi ricordiamo, inoltre, che quando quest’ultime sono bagnate potrebbero affaticare il respiro, oltre che diventare meno efficaci.

Se la mascherina è intatta e asciutta e volete riutilizzarla in un secondo momento, lavateli le mani dopo averla rimossa e conservatela in un sacchetto asciutto e traspirante. Questo vi permetterà di recuperarla in ottimo stato. È fondamentale, inoltre, indossarla sempre dallo stesso lato. Se vi state togliendo la mascherina per mangiare o bere fuori casa, potete posizionarla in un posto sicuro, come tasca, borsa o sacchetto di carta. Anche in questo caso, assicuratevi di lavare o igienizzare le mani dopo aver rimosso la mascherina. Dopo aver mangiato, rimettete la mascherina con lo stesso lato di quando l’avete indossata.

Marca

Dal momento che la qualità di una mascherina lavabile la si attesta con poche e piccole accortezze, tra cui la certificazione, la marca assume un’importanza irrisoria se non nulla. Nonostante ci siano ottimi brand italiani come Sicura Protection, dunque, il nostro consiglio è quello di non focalizzarsi troppo su questo aspetto, ponendo le attenzioni su altri fattori riportati in questo articolo.