Mini reattori nucleari assemblati in 24 ore, ecco il nuovo record

Sheffield Forgemasters rivoluziona la saldatura con il successo della tecnologia LEBW nel montaggio del reattore nucleare SMR.

Avatar di Luca Zaninello

a cura di Luca Zaninello

Managing Editor

Sheffield Forgemasters ha presentato il primo assemblaggio dimostrativo di uno Small Modular Reactor (SMR) a grandezza naturale, segnando un momento cruciale nell'industrializzazione della saldatura locale a fascio elettronico (LEBW). Completato in meno di 24 ore, l'assemblaggio ha mostrato l'efficienza e le capacità della LEBW, stabilendo un nuovo standard nella saldatura di componenti a parete spessa.

Il contenitore, con un diametro di tre metri e uno spessore delle pareti di 200mm, è una testimonianza dell'affidabilità e dell'innovazione della LEBW, mai raggiunta prima. Il professor Jesus Talamantes-Silva, direttore della ricerca, del design e della tecnologia di Sheffield Forgemasters, ha espresso la propria gioia per il raggiungimento di un importante traguardo nell'assemblaggio.

Questo risultato rappresenta il primo utilizzo della saldatura a fascio di elettroni su tale scala, con un tasso di successo impeccabile del 100% senza difetti. Il team RD&T di Sheffield Forgemasters ha impiegato parametri meticolosamente sviluppati, tra cui tecniche innovative come lo sloping-in e lo sloping-out, assicurando una giunzione di saldatura incontaminata e completa.

Essendo l'unica azienda del Regno Unito in grado di produrre fucinati di grandi dimensioni per gli SMR, Sheffield Forgemasters ha acquisito un notevole vantaggio in termini di sviluppo rispetto ai concorrenti globali nella saldatura di gruppi a parete spessa.

Il dottor Michael Blackmore, ingegnere senior dello sviluppo e responsabile del progetto, ha sottolineato le implicazioni monumentali di questa tecnologia nell'industria nucleare. Questa scoperta ha il potenziale per eliminare i processi di saldatura ad alto costo, ridurre la necessità di ispezioni e accelerare in modo significativo la diffusione dei reattori SMR a livello globale.

Jacob Pope, ingegnere dello sviluppo e responsabile dell'installazione della macchina utensile LEBW, ha espresso la sua gratitudine al Dipartimento governativo per la Sicurezza Energetica e Net Zero per aver reso possibile il progetto attraverso il Programma di Innovazione Nucleare. Ha inoltre riconosciuto il prezioso supporto del loro partner, Cambridge Vacuum Engineering, la cui assistenza a distanza e in loco ha svolto un ruolo cruciale nel successo di questa pietra miliare.

Sheffield Forgemasters ha portato la tecnologia di saldatura nucleare alla ribalta mondiale, completando con successo l'assemblaggio del contenitore nucleare dimostrativo SMR con la saldatura locale a fascio elettronico. Questo risultato non solo mette in mostra l'esperienza tecnica dell'azienda, ma ha anche implicazioni di vasta portata per l'efficienza, l'economicità e la tempestività dell'implementazione di assemblaggi nucleari, segnando un significativo passo avanti nell'evoluzione della tecnologia di saldatura su scala globale.