Tom's Hardware Italia
Android

Android: ha senso procurarsi l’antivirus? C’è chi dice no

La sicurezza di Android è al centro di una battaglia ideologica che coinvolge esperti di sicurezza, produttori software e ingegneri di Mountain View. Secondo Google chi vende antivirus per Android è un ciarlatano, per AV-Test gli unici antimalware vagamente efficaci sono quelli a pagamento. I produttori spingono per le suite.

Symantec ha annunciato la disponibilità di Norton Tablet Security, una suite creata apposta per proteggere i tablet Android da virus, malware e altre minacce. Come sempre c’è un ampio corredo di servizi per aiutare a ritrovare o bloccare il tablet smarrito o rubato, il vero valore aggiunto dei prodotti come questo.

Per presentare questa novità, Symantec sembra aver atteso il periodo giusto: il picco della diffusione dei malware per il sistema operativo di Google (+472% rispetto a giugno secondo Juniper Global Threat Center). In realtà la situazione è convulsa e rischia di lasciare spiazzati.

Secondo Google chi vende antivirus per Android è un ciarlatano

Nelle ultime settimane si sta infatti scatenando una guerra d’opinione fra le aziende produttrici di antivirus e gli esperti di sicurezza. A dare il via è stato AV-Test, il servizio internazionale che si occupa di misurare l’efficacia dei software di protezione, secondo cui gli antivirus gratuiti per Android non funzionano, o funzionano male, e fra quelli a pagamento è difficile trovarne uno che abbia un’efficacia superiore al 50 percento.

A questi si è aggiunto Chris DiBona, responsabile dei programmi open source di Google, secondo cui chi vende antivirus per Android è un ciarlatano. L’opinione è ovviamente di parte, e lo rivela il fatto che secondo il signor DiBona i “piccoli problemi di sicurezza” del sistema operativo non sono tali da rendere necessaria l’adozione di veri e propri tool di protezione. A onor del vero tutte le fonti che si occupano di sicurezza hanno dato l’allerta sul numero delle minacce che rischiano di infestare i prodotti Android, quindi il giudizio di DiBona è da prendere con le pinze.

Test condotti su un Galaxy Tab con Android dimostrano che gli antivirus non sempre sono efficaci

Che cosa dovrebbe fare chi vuole sentirsi al sicuro? Secondo AV-Test comprare una suite antivirus a pagamento dà qualche garanzia in più, anche se non mette al riparo al 100 percento. L’antimalware e l’antivirus non sono inespugnabili, però offrono strumenti aggiuntivi, come il parental control e i sistemi di blocco e protezione dei dati, che sono più utili di quanto si possa pensare.

Il guaio è che i prezzi non sono per nulla allineati con quelli delle tipiche applicazioni dell’Android Market: i soli antimalware costano fra cinque e sette euro, ma le suite complete, come quella di Norton, richiedono 40 euro per l’abbonamento annuale. Ne vale la pena?