Apple

Apple, pagine in lingua straniera? Tranquilli, alla traduzione ci pensa iOS 14

Apple starebbe lavorando per integrare un traduttore automatico in Safari con l’arrivo di iOS 14. È quanto riportato da 9to5mac che avrebbe scovato la nuova funzione all’interno di un build trapelata in precedenza. La futura versione del sistema operativo è attesa per il prossimo 22 giugno, durante la WWDC che si svolgerà esclusivamente online a causa del Coronavirus.

Secondo quanto riferito, Safari avrà un traduttore integrato che consente agli utenti di tradurre il contenuto delle pagine web scritto in altre lingue senza la necessità di dover utilizzare app o servizi di terze parti. In pratica, sarebbe una funzione molto simile a quella già utilizzata da Google su Chrome.

Analogamente al servizio di Big-G, anche sugli iPhone, se il sistema rivela che la lingua del sito visitato non è quella impostata di default verrà chiesto se si desidera la traduzione. Oppure, sarà possibile avviare manualmente la traduzione e passare dalla lingua target a quella d’origine ogni qualvolta lo si voglia senza dover ricaricare la pagina. A quanto pare, non sarebbe solo Safari il destinatario di questa funzione.

L’opzione di traduzione sarebbe in fase di test anche per altre app, come App Store. In questo caso, servirà – per esempio – per leggere nella propria lingua le recensioni e/o le descrizioni delle applicazioni.

La grande novità della funzione traduttiva, però, sarebbe nella capacità di elaborazione senza che ci sia una connessione Internet. Le traduzioni infatti verrebbero elaborate localmente utilizzando il coprocessore AI Neural Engine, il che offrirebbe il vantaggio di poter ottenere una traduzione anche in offline. Staremo a vedere se davvero Apple la introdurrà su iOS 14.

Il nuovo iPhone SE 2020 è disponibile su Amazon a partire da 499 euro. Lo trovate a questo link.