Android

BlackBerry Z10 primo contatto, ecco pregi e difetti

Bello, ma non sorprendente. Così i colleghi di Tom's Hardware US hanno concluso la prova d'uso che hanno condotto sul nuovo BlackBerry Z10 presentato ieri come il prodotto della svolta per RIM, anzi BlackBerry. Ovviamente ci riserviamo di fare le nostre valutazioni approfondite nel momento in cui avremo il prodotto fra le mani.

Maneggiando il nuovo full touch Jane McEntegart l'ha trovato abbastanza robusto, però a volte l'apparenza inganna. La copertura posteriore dello Z10, rimovibile per accedere alla batteria, al vano microSD e alla SIM, è ricoperta con un materiale antiscivolo irregolare che consente una presa salda anche quando le mani sono sudate, maschera bene le ditate e appare solido. Quando lo si rimuove però ci si accorge che è in plastica e ha l'aria di essere fragile.

Primo contatto con il BlackBerry Z10

Lo stesso vale per la fascia che si sviluppa lungo i quattro lati, che è intervallata solo da piccoli inserti in alluminio, ma in gran parte è in plastica. Lungo i bordi troviamo il bilanciere del volume a destra, il pulsante di accensione e blocco e la presa jack per le cuffie in alto. A sinistra ci sono invece i connettori micro-HDMI e micro-USB. 

La parte frontale è completamente occupata dallo schermo da 4,2 pollici, che visualizza la risoluzione di 1280 x 768 punti di ottima qualità. Nonostante BlackBerry non l'abbia pubblicizzato come Retina, McEntegart fa notare che la densità è di 355 PPI, contro i 326 PPI dell'iPhone 5.

Dato che molti utenti sono curiosi di conoscere le prestazioni del nuovo terminale BlackBerry ecco qualche dato sui test. Con il benchmark JavaScript di SunSpider il BlackBerry Z10 ha registrato 1728,7 ms, un tempo quasi doppio rispetto a quello totalizzato dall'iPhone 5 e più o meno paragonabile a quello dei prodotti Android i fascia media, come per esempio l'LG Optimus VU. In sostanza secondo questo test il nuovo Z10 non è esattamente quello che si può definire un prodotto alla pari con la concorrenza attuale

###old2111###old

Passando a Browsermark, che consente di valutare come il browser gestisce HTML5 e CSS3, McEntegart ha registrato 2263 punti, in linea con i prodotti Android con configurazione simile.

BlackBerry non ha messo l'accento sulle specifiche tecniche perché evidentemente vuole che gli utenti si concentrino sul nuovo sistema operativo. Nonostante l'ottima presentazione la prova di usabilità del collega statunitense non è stata esente da intoppi.

Su entrambe le unità demo che erano esposte ci sono stati problemi di commutazione fra la fotocamera frontale e quella posteriore. Toccando l'icona della telecamera sullo schermo si sarebbe dovuti passare da una all'altra, invece veniva visualizzato un messaggio di errore.

Un altro problema ha ostacolato il test di condivisione dello schermo nelle chiamate tramite BBM, un esperimento che durante la presentazione sul palco ha funzionato alla grande. In questo caso invece ci sono voluti diversi tentativi per capire che il messaggio di errore – "la condivisione dello schermo non è pronta" – era probabilmente dovuto al fatto che era necessario che entrambi gli interlocutori fossero collegati in Wi-Fi, e non con connessione mista Wi-Fi e 3G.

###old2107###old

Il problema non è grave, sarebbe bastato che il messaggio di errore fosse meno generico. Da aggiungere poi che la condivisione dello schermo non è disponibile tramite chiamate vocali BBM, e non si può trasformare una chiamata vocale in una video senza riagganciare e richiamare.

Ottimo invece l'NFC per condividere contatti e altre informazioni, e aggiungere amici in BBM, sempre ammesso che entrambi gli utenti dispongano di un prodotto BBM abilitato con NFC.

McEntegard ha inoltre apprezzato l'applicazione BlackBerry Remember, anche se l'ha definita "impegnativa". In sostanza si tratta di un contenitore in cui si possono mettere immagini, appunti, memo, filmati e molti altri contenuti. Basta selezionarne uno e premere il pulsante Condividi per averlo in BlackBerry Remember. Il giornalista però fa notare che se non si creano delle cartelle ad hoc all'interno di Remember e non si tengono sempre ben in ordine i contenuti questo spazio diventa in breve tempo un calderone gigantesco in cui può essere difficile trovare quello che si cerca.

Infine, la qualità delle chiamate è stata definita buona, ed è stata apprezzata la possibilità di annotare appunti durante la conversazione. Anche queste note finiranno in Remember.

Gli investitori non hanno gradito

Cosa ne pensate di questo nuovo prodotto? Alicia Keys durante la presentazione si è detta entusiasta dello Z10, nonostante sia utente di lunga data di prodotti iOS. Quello che è certo è che gli investitori non hanno avuto la stessa reazione positiva, dato che il titolo ha perso il 12% in Borsa dopo la presentazione.

Gli analisti non hanno apprezzato il fatto che i prodotti non sono disponibili immediatamente in tutto il mondo, e si aspettavano inoltre prezzi più convenienti. Secondo James Moorman di S&P Capital IQ i nuovi BlackBerry non attireranno necessariamente nuovi utenti. Se anche voi la pensate così spiegateci perché.