Android

BlackBerry Z30 in Italia a 599 euro: too little, too late?

BlackBerry Z30 arriva anche in Italia, al prezzo di 599 euro. Questo terminale, presentato poco dopo la metà di settembre, va a sostituire lo Z10 in cima all'offerta BlackBerry grazie a differenti caratteristiche e BlackBerry 10.2 installato di fabbrica. Da notare come il terminale arrivi a 100 euro in meno rispetto al prezzo di debutto dello Z10, che ora si trova a 330 euro ma in principio aveva un cartellino di 699 euro.

Lo Z30 è dotato di uno schermo da 5 pollici Super AMOLED con risoluzione 1280 x 720 pixel (295 PPI). In uno spessore di 9,4 mm troviamo un SoC dual-core Snapdragon S4 Pro a 1.7 GHz con GPU Adreno 320, affiancato da 2 GB di RAM. I 16 GB di spazio per l'archiviazione si possono aumentare tramite uno slot microSD. Sul fronte della connettività non mancano LTE, WiFi a/b/g/n dual-band, Bluetooth 4.0 e NFC.

Nella parte posteriore c'è una fotocamera con sensore da 8 megapixel con obiettivo f/2.2 che cattura filmati a 1080p, mentre frontalmente abbiamo una soluzione da 2 megapixel che riprende a 720P. La batteria da 2880 mAh non è rimovibile e secondo l'azienda canadese può offrire fino a 25 ore di autonomia in uso misto.

Grazie alla nuova antenna basata su tecnologia BlackBerry Paratek che  regola la ricezione in modo dinamico, lo smartphone offre un trasferimento dati più veloce e limita il numero di telefonate interrotte in zone con bassa ricezione. Lo smartphone BlackBerry Z30 inoltre ha altoparlanti stereo e offre la tecnologia Natural Sound per rendere l'audio delle chiamate con BBM Video e BBM Voice migliore.

"BlackBerry è lieta di offrire ai clienti italiani il nuovo smartphone BlackBerry Z30, studiato per le persone che sono alla ricerca di un dispositivo potente e che eccelle in termini di comunicazioni, messaggistica e produttività", ha affermato Alberto Acito, Managing Director South East Europe di BlackBerry. Ci troviamo però davanti a uno scenario molto critico per l'azienda canadese, impegnata a decidere del proprio futuro.

Tra la vendita totale, lo spezzatino e la volontà di continuare a rimanere sul mercato con le proprie forze, il produttore ha trovato anche il tempo pubblicare una lettera aperta ai propri clienti, cercando di rassicurarli sul futuro. "Potete continuare a contare su BlackBerry. Perché ne siamo convinti? Contiamo su una liquidità monetaria significativa e nessun debito. Siamo in una fase di ristrutturazione, con l'obiettivo di tagliare le spese del 50%, in modo da ottenere un'organizzazione efficiente e attenta alle esigenze dei clienti", si legge in un passaggio.

 

Una missiva che avrebbe dovuto rassicurare, ma che è stata presa da più parti come l'urlo di dolore di un animale ferito, che cerca di rialzarsi pur sapendo di avere un destino segnato. Per questo, malgrado in passato abbiamo parlato positivamente del sistema operativo BlackBerry 10, non possiamo far altro che pensare che questo Z30 – che ci piacerebbe testare al più presto – sia degno dell'ormai celeberrima frase "too little, too late", "troppo poco, troppo tardi". Sarà come sempre il mercato a parlare, ma sarebbe già un successo non ripetere l'errore commesso con lo Z10, cioè una produzione spropositata a fronte di una domanda davvero sottotono, che ha impattato sull'ultima trimestrale con una perdita di quasi 1 miliardo di dollari.