Windows

Elop: Nokia non ha scelto Android perché Samsung domina

Nokia non ha adottato Android perché Stephen Elop e i vertici dell'azienda avevano capito che a dominare quell'ecosistema sarebbe stata un'unica azienda, meglio nota come Samsung. L'amministratore delegato della casa finlandese l'ha dichiarato al britannico Guardian qualche giorno fa. Vi ricordiamo che nelle scorse ore Nokia ha pubblicato i risultati finanziari del secondo trimestre, che sono in chiaroscuro ma mostrano qualche segnale positivo, come l'aumento delle vendite degli smartphone Lumia.

"Sono molto felice della decisione che abbiamo preso. Ciò che ci ha preoccupato un paio di anni fa era l'altissimo rischio che un produttore di hardware potesse dominare Android. Avevamo il sospetto di chi potesse essere, date le risorse disponibili e l'integrazione verticale, ed eravamo consci del fatto che eravamo abbastanza in ritardo per prendere quella decisione. In quel settore c'erano già molte aziende", ha affermato Elop. "Ora accelerate fino a oggi ed esaminate l'ecosistema Android. Ci sono molti buoni dispositivi di tante aziende differenti, ma solo uno è il player dominante".

Secondo Elop questa situazione potrebbe avere ripercussioni nelle trattative con i vari operatori, che sempre più definiscono la distribuzione (e il successo) di determinati prodotti, specialmente negli Stati Uniti. "Strategicamente è importante per noi offrire un sistema operativo alternativo, perché conversando con l'AD di AT&T, Ralph de la Vega, il primo punto del discorso è stato il riconoscere che non eravamo Apple, né Samsung/Android, ma una terza alternativa. E come operatore che vuole negoziare con persone differenti per mantenere pressione su tutti e avere la gamma migliore di opzioni, si desidera avere una terza alternativa", ha aggiunto l'AD di Nokia.

"Ora è dura, è molto difficile perché abbiamo iniziato come uno sfidante e dobbiamo costruire credibilità; ma con partner come AT&T stiamo guadagnando peso. È stata la giusta decisione. Guardate gli altri produttori Android oggi, sono in una posizione difficile", ha concluso Elop.

Parole che hanno un senso vista la situazione odierna (HTC, ma anche altre realtà, raccolgono briciole rispetto a Samsung), e poi c'è da constatare che Nokia optando per Windows Phone vive in un ecosistema in cui fa il bello e il cattivo tempo, raccoglie comunque qualcosa con gli assegni trimestrali di Microsoft per l'adozione della piattaforma (ma non sarà così per sempre) e mal che vada, con grande probabilità, sarà acquisita proprio dalla casa di Redmond.

Optando per Android si sarebbe ritrovata a combattere senza "spalle coperte". Due anni fa Nokia era in piena ristrutturazione – purtroppo non totalmente conclusa – e con incassi in caduta libera. Insomma, in una posizione davvero rischiosa. Scegliere Microsoft è quindi sembrata la migliore soluzione. Non sapremo mai se adottando Android due anni fa le cose sarebbero andate diversamente, se l'azienda avrebbe tenuto testa a Samsung e se sarebbe riuscita a evitare parte delle migliaia di licenziamenti operati.

Certo è che oggi, vedendo prodotti come il Lumia 925 e il 1020, dal design e dalle caratteristiche molto interessanti, rimane la curiosità di sapere se con un sistema come Android avrebbe potuto dare filo da torcere a Samsung e al Galaxy S4. Peccato che questo desiderio non si tramuterà mai in realtà, a meno di clamorose decisioni che tuttavia sembrano sempre meno attuabili.

A Elop e alla dirigenza di Nokia si può imputare la scelta di non rischiare: se avessero provato ad adottare Android magari oggi Samsung non avrebbe tutto questo strapotere. Ma di fronte a un bivio, con davanti una strada sconosciuta che potrebbe portarvi verso un precipizio e una che vi traghetterà probabilmente a destinazione, anche se spendendo lacrime e sangue e con tempi molto più lunghi, voi cosa avreste scelto?