Android

Google pensa a una certificazione per gli smartphone gaming

Google sta lavorando a un programma di certificazione per dispositivi da gioco. È quanto sostiene XDA-Developers che è riuscito a mettere le mani su una versione dei requisiti GMS destinata ai produttori. Si tratta di un documento – non pubblico – che elenca tutti i requisiti che uno smartphone deve soddisfare per pre-installare i Google Mobile Services.

In una delle sezioni dei documenti, il colosso di Mountain View elenca i requisiti necessari per ottenere una Gaming Device Certification. In realtà, Google non imposta delle condizioni chiare e precise come può essere – per esempio – la frequenza minima della CPU per far sì che uno smartphone venga certificato come dispositivo da gioco. Resta piuttosto vago.

Credit - XDA-Developers

In breve, per essere certificati, i dispositivi devono comportarsi in maniera prevedibile per gli sviluppatori al fine di evitare “fenomeni di throttling, perdita di core della CPU, o altri comportamenti anomali”. Anche per quanto riguarda la GPU, i termini restano generali affermando che la GPU deve essere aggiornata e ad alte prestazioni. Tali dispositivi devono, inoltre, supportare le API Vulkan 1.1 e superare i test di conformità grafica OpenGL ES/Vulkan forniti da Khronos.

Infine, in relazione alla memoria, Google ripete che i dispositivi certificati devono fornire accesso alla memoria in maniera prevedibile e che i produttori devono assicurare che tali terminali consentano alle applicazioni di allocare almeno 2,3 GB di memoria prima che il processo venga bloccato dal sistema.

Google non ha ancora annunciato pubblicamente questo nuovo programma di certificazione e per il momento nessuno dei cosiddetti smartphone gaming sembra avere questa certificazione. La sensazione comunque è che il colosso di Mountain View la ufficializzerà molto presto, probabilmente spinto dalla diffusione che questa tipologia di dispositivi sta avendo nell’ultimo periodo.

Samsung Galaxy S10 Plus è disponibile all’acquisto su Amazon  tramite questo link.