Android

Google Tez è ufficiale, arrivano i pagamenti a ultrasuoni

Inviare pagamenti con gli smartphone attraverso gli ultrasuoni. È questo il nuovo servizio del colosso di Mountain View, chiamato Google Tez. Si tratta di un'applicazione, disponibile per Android e iOS, con la quale Big G proverà a rivoluzionare questo particolare settore, nella logica di competere direttamente con Apple Pay. L'app è stata lanciata, per adesso, in India, un mercato scelto non casualmente.

Il funzionamento di Google Tez, lato utente, è estremamente semplice. Basta infatti associare l'app al proprio conto, e inviare pagamenti sfruttando la compatibilità con tutti i principali circuiti bancari presenti in India. Funzionalità e immediatezza sono dunque i concetti cardine attorno al quale Big G ha strutturato il funzionamento.

Da un punto di vista tecnico, Google Tez utilizza il sistema UPI (Unified Payments Interface) che consente il trasferimento di fondi senza costi aggiuntivi. L'app è basata su una tecnologia chiamata QR Audio che, sfruttando microfono e altoparlante degli smartphone, emette degli ultrasuoni non udibili all'orecchio umano, attraverso i quali avviene la comunicazione con i dispositivi di pagamento (possibile l'invio di denaro anche tra due smartphone).

Leggi anche: Samsung Pay in Italia dall'inizio del 2018 per sfidare Apple

Google Tez non necessità dunque di chip NFC, e questo ha consentito di estendere la compatibilità praticamente a tutti gli smartphone Android e iOS sui quali è possibile installare l'applicazione. Un vantaggio importante rispetto ai diretti concorrenti, che potrebbe senza dubbio facilitare la diffusione del servizio di Big G.

Google Tez

Il limite di spesa giornaliera è di 100.000 rupie, circa 1.300 euro o un massimo di 20 transazioni. Cifre comunque più che sufficienti per consentire a Google Tez di intercettare moltissimi utenti.

Leggi anche: Apple Pay da oggi in Italia, ma la partenza è deludente

Come detto in apertura, almeno per ora, Google Tez sarà disponibile solo in India. Il Paese in questione non è stato scelto casualmente, poiché si tratta di uno dei mercati potenzialmente più importanti per gli smartphone, con importanti margini di crescita a differenza di altre zone ormai sature.

Google Tez

Il lancio in India potrebbe dunque essere un semplice esperimento, prima dell'estensione di Google Tez a livello globale. Per adesso non ci sono comunicazioni ufficiali. ma la sensazione è che, dopo il mancato successo di Wallet, l'azienda di Mountain View si prepari a sfidare seriamente Apple Pay.


Tom's Consiglia

Desiderate acquistare iPhone X ma avete necessità di vendere prima il vostro vecchio iPhone? Con riCompro ritiro gratuito e pagamento in sole 48 ore!