Apple

iPhone 13: i clienti potrebbero scegliere Face ID o Touch ID

La tecnologia avanza e con lei con lei tutto ciò che le ruota attorno. Apple è stata la prima a portare sul mercato uno smartphone dotato di notch. Nel breve tempo questa caratteristica ne è diventata la sua iconicità, nonché anche l’unica “cornice” necessaria per poter inserire tutti i sensori che tuttora servono per il corretto funzionamento di uno smartphone moderno.

iPhone 13

Molti brand hanno preso spunto da questa caratteristica, tanto utile quanto necessaria per realizzare uno smartphone con la più alta percentuale di display in pianta e con la possibilità di inserire sensori, speaker e fotocamera frontale.

iPhone 12 Mini

Ma ora siamo nel 2021 e molti sensori sono già finiti sotto al display, primo tra tutti quello delle impronte digitali. E’ vero, il Face ID ha bisogno di tanti sensori e alcuni di essi sono molto diversi da quelli che montano smartphone tradizionali con un riconoscimento biometrico bidimensionale. Quindi Apple potrebbe innovare ancora con il primo smartphone, iPhone 13, con il frontale interamente ricoperto da display? Alla luce di questo emergono informazioni circa il test di due tipologie di iPhone 13: uno con un frontale interamente ricoperto dal display (avente Touch ID) e uno dotato di Notch classico con appunto il Face ID.

In tempi di pandemia sbloccare l’iPhone con Face ID è diventata un’operazione frustrante. Il sistema biometrico non ci riconosce con la mascherina, com’è giusto che sia per preservare la sicurezza. Anzi sì, ma serve un Apple Watch abbinato come spiegato in questo articolo.

Insomma, il report sostiene che un iPhone 13 con Touch ID dotato di un display che abbraccia tutta la parte anteriore dello smartphone esista ed è quindi possibile che qualora ci fosse anche la variante con Face ID, il cliente avrebbe piena scelta in fase di acquisto.

Con l’avvento degli iPhone 12 è un ottimo momento per acquistare iPhone 11 con un forte sconto. Lo trovate qui al miglio prezzo!