Apple

iPhone 13 Pro, ecco quanto costa ad Apple

L’iPhone 13 Pro, presentato sul mercato da Apple pochi mesi fa durante l’evento California Streaming, offre agli acquirenti il meglio di quanto l’azienda di Cupertino abbia da offrire nel campo dell’hardware nel 2021, in grado di rispondere anche alle esigenze degli utenti più professionali.

Questi risultati si possono ottenere solo utilizzando componenti di prima qualità, motivo per cui l’iPhone 13 Pro si colloca su una fascia di prezzo indubbiamente alta, con un prezzo di lancio che ammontava a un minimo di 1189 euro per il modello da 128GB di storage: quanto costa però ad Apple produrre questo dispositivo?

Apple iPhone 13 Pro

A scoprirlo è stata la testata TechInsights, che ha effettuato un teardown completo dei componenti dell’iPhone 13 Pro e ha quantificato il costo totale di produzione dello smartphone. Dato un prezzo di lancio sul mercato statunitense fissato a 999 dollari, all’azienda di Cupertino costa 570 dollari (circa 505 euro) produrre un singolo iPhone 13 Pro.

Come evidenziato dal grafico prodotto da TechInsights, il nuovo smartphone flagship costa ad Apple 22 dollari in più rispetto all’iPhone 12 Pro, a parità tuttavia di prezzo di lancio sul mercato. Entrambi gli iPhone costano poi molto di più rispetto al competitor Android più vicino, ossia il Samsung Galaxy S21+ che costa all’azienda “solo” 508 dollari per esemplare.

Questo aumento dei prezzi di produzione è da imputarsi principalmente all’adozione, a bordo dell’iPhone 13 Pro, del chip A15 Bionic, al pannello display con tecnologia ProMotion con frequenza di aggiornamento fino a 120Hz e al nuovo sensore principale della fotocamera.

iPhone 13 Pro

La disparità tra i costi dei due device non è, d’altronde, marcata come quella tra l’iPhone 12 Pro e l’iPhone 11, che aveva visto addirittura uno scarto maggiore del 20% nei costi di produzione, che sono lievitati dai 490 dollari dell’iPhone 11 ai 548 del top di gamma dell’anno seguente. A pesare molto di più, in quel caso, era stata l’introduzione di componenti particolarmente costosi, come il modulo per la connettività 5G e il nuovo display con tecnologia OLED, a bordo dell’iPhone 12 Pro, mantenuti ovviamente anche nel successore di quest’anno.

L’aumento dei costi di produzione, così come la crisi dei chip, non hanno portato tuttavia Apple ad aumentare il prezzo dell’iPhone 13 Pro. Oltre ai margini di profitto derivati da vendita, distribuzione e contratti con gli operatori telefonici, l’azienda di Cupertino avrebbe trovato nuove strade per contenere i costi di produzione senza fare compromessi sul prodotto finale: un report della testata The Elec rivela, ad esempio, un nuovo metodo di assemblaggio del modulo fotocamera.

Display con refresh rate di 120Hz e connettività 5G a un prezzo incredibile: realme 7 5G è ora in offerta su Amazon.