Apple

iPhone 8, peggior esordio dal 2013? Apple soffre in borsa

iPhone 8 ha vissuto il peggior esordio sul mercato per un melafonino dal 2013. A sostenerlo è il nuovo report realizzato da Localytics, società che puntualmente ci restituisce una fotografia del settore smartphone, quasi sempre rivelatasi veritiera. La nuova creatura Apple sembra dunque aver battuto il particolare record negativo detenuto dal 5s, con l'ombra di iPhone X che continua a condizionarne l'andamento in termini di vendite.

Lo scorso anno, iPhone 7 ha raggiunto un tasso di adozione pari all'1% nel primo fine settimana di commercializzazione. Andando a ritroso nel tempo, iPhone 6 raggiunse quota 2%. iPhone 8 invece, stando ai dati raccolti da Localytics, avrebbe toccato lo 0,29%. Numeri che, se confermati, certificherebbero l'inizio a rilento per il nuovo melafonino.

iPhone 8 vendite

Si tratterebbe del peggior esordio nel primo fine settimana di commercializzazione dai tempi di iPhone 5s, che nel 2013, raggiunse quota 0,9%. Un'epoca ormai lontana, con il modello in questione che ha saputo comunque recuperare nel corso del tempo, macinando progressivamente vendite importanti.

Leggi anche: iPhone 8, guai a danneggiare il vetro posteriore

Occorre comunque sottolineare un dato significativo. Da quando Apple ha introdotto la versione Plus nei propri smartphone, i risultati ottenuti da iPhone 8 Plus nel primo fine settimana di commercializzazione sarebbero i migliori di sempre. Localytics parla infatti di un tasso di adozione pari allo 0,39%, contro lo 0,3% del 6 Plus, lo 0,3% del 6s Plus e lo 0,2% del 7 Plus.

iPhone 8 vendite

Il modello da 5,5 pollici dei nuovi melafonini sembra dunque aver convinto maggiormente il mercato, nonostante questa diagonale rappresenti ancora una minoranza nelle vendite degli smartphone targati Apple. Una tendenza che fa da contraltare al mondo Android, dove i phablet stanno letteralmente conquistando il settore.

Una situazione peraltro coerente con il recente andamento in borsa dell'azienda di Cupertino. Nell'ultima settimana infatti, il titolo Apple ha ceduto circa cinque punti percentuali, con la tendenza negativa che sembra essere destinata a continuare anche per i prossimi giorni.

iPhone 8 vendite

In ogni caso, secondo Localytics, questo avvio timido di iPhone 8 dipende soprattutto da iPhone X. Sembra infatti che il melafonino del decennale stia mettendo in ombra le altre due versioni presentate da Apple. Un rischio messo in evidenza fin da subito, che pare essersi immediatamente materializzato sul mercato.

Leggi anche: iPhone X, il peggior nemico dell'iPhone 8?

In tal senso, è utile segnalare il nuovo report realizzato da Ming-Chi Kuo, noto analista di KGI Securities, nel quale si parla della possibilità che iPhone X possa raggiungere le 50 milioni di unità nei soli pre-ordini. Si tratterebbe di un record assoluto per un singolo smartphone, che consentirebbe ad Apple di raggiungere nuove vette nel ciclo completo di commercializzazione del dispositivo.

iPhone 8 vendite

Un quadro più preciso potremo ottenerlo a partire dal 27 ottobre, giorno in cui si apriranno ufficialmente i pre-ordini di iPhone X. La sensazione comunque è che iPhone 8 e 8 Plus siano destinati a recitare un ruolo da gregari rispetto al melafonino del decennale. Attendiamo comunque il rilascio dei dati ufficiali di vendita da parte di Apple.


Tom's Consiglia

Le AirPods sono gli auricolari wireless pensati da Apple per arricchire l'esperienza utente con iPhone e iPad.

iPhone SE iPhone SE