Tom's Hardware Italia
Android

Nexus 2016, nuove indiscrezioni su specifiche e funzioni

Dal Web arrivano nuove indiscrezioni sulle specifiche tecniche dei due modelli e su alcune nuove funzioni che dovrebbero essere introdotte da Android 7.0 Nougat.

Dal Web nelle scorse ore sono arrivati molti nuovi dettagli riguardo ai nuovi Nexus 2016 che dovrebbero essere realizzati da HTC e che per il momento sono conosciuti con i nomi in codice di Marlin e Sailfish.

Su GFXBench sono apparsi dettagli sulla configurazione hardware del più piccolo dei due, Sailfish, che potrebbe chiamarsi Nexus 5P ed essere il sostituto dell'attuale 5X.

htc marlin specs leak points to a shrunken nexus phablet

Dalla scheda del popolare benchmark sembrerebbe che lo smartphone sia dotato di display da 5 pollici Full HD a 5 punti di contatto. All'interno invece dovremmo trovare il SoC Qualcomm Snapdragon 820, affiancato da 4 GB di RAM e da 32 GB di memoria interna.

Più strani invece i dettagli riguardo alle fotocamere, che ci parlano di un sensore anteriore da 7 Mpixel, capace di catturare video con l'insolita risoluzione di 2592 x 1944 pixel, e di uno posteriore da 11 Mpixel, un grado di fare filmati 4k.

Meno fondate, essendo basate unicamente su rumor, le specifiche attribuite invece all'HTC Marlin. Secondo le voci di corridoio più recenti comunque lo smartphone dovrebbe avere un display AMOLED da 5.5 pollici con risoluzione di 2560 x 1440 pixel, SoC Qualcomm Snapdragon 820, sensore Sony IMX378 da 12 megapixel per la fotocamera posteriore e Sony IMX179 da 8 megapixel per quella frontale.

Cattura PNG

Infine in rete sono trapelati anche dettagli su alcune nuove funzioni che dovrebbero essere portate da Android 7 Nougat, anche se non è chiaro se riguarderanno entrambi i modelli o solo uno dei due.

Anzitutto sembra che torni la modalità notturna, disabilitata nelle ultime Developer Preview a causa di un impatto eccessivo sulle prestazioni del sistema. Si tratta in pratica di una soluzione per diminuire la componente blu della luce emessa dal display, così che la lettura notturna risulti meno stancante.

Quick Screen Check è invece il nome dell'altra funzione, che dovrebbe consentire di controllare lo smartphone con un doppio tap sul display, senza necessità di accenderlo o di avviare lo smartphone.