Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Recensione CAT S61, lo smartphone rugged per eccellenza

CAT S61

 

CAT S61 integra tutto ciò che è lecito attendersi oggi da uno smartphone rugged di alto livello. La logica dell'azienda è quella di offrire un prodotto in grado di garantire un'esperienza utente completa.

CAT S61


CAT S61 può essere considerato, oggi, un vero e proprio portabandiera nella categoria degli smartphone rugged. Un segmento certamente particolare, che si rivolge a un'utenza di nicchia, ma su cui sempre più aziende cominciano a puntare. L'aspetto più difficile è senza dubbio quello di riuscire a equilibrare funzionalità e prezzo, probabilmente l'unico vero punto debole di questo dispositivo.

Per acquistare CAT S61 sono infatti necessari 949 euro, una cifra importante ma giustificata da peculiarità come la termocamera FLIR, il sensore per il monitoraggio della qualità dell'aria, il misuratore di distanza con puntatore laser. Funzionalità che fanno immediatamente comprendere come questo dispositivo sia stato pensato per un pubblico specifico e particolarmente esigente all'interno del segmento degli smartphone rugged.

DSC01311 JPG

Costruzione e utilizzo quotidiano

Prendendo tra le mani il CAT S61 si ha immediatamente una sensazione di assoluta solidità. Il telaio è stato realizzato in alluminio pressofuso rinforzato, in grado di assorbire cadute da 1,8 metri di altezza. C'è la certificazione IP68, che lo rende impermeabile fino a 3 metri di profondità per una durata di 60 minuti. In tal senso, tutti i vari ingressi (porta USB-C, jack audio da 3.5 mm, carrellino SIM e micro-SD) sono protetti da robusti sportellini.

DSC01317 copia
DSC01319 copia
DSC01320 copia

La back cover ha una finitura gommata che agevola la presa. Non è certamente uno smartphone che fa dell'ergonomia il suo punto di forza, visto anche l'importante spessore di 13 mm. Il display è protetto da un vetro Gorilla Glass 5, mentre CAT ha deciso di implementare tre pulsanti fisici frontali per la navigazione, realizzati in policarbonato ma estremamente solidi.

DSC01297 copia
DSC01307 JPG
DSC01298 copia

A livello di design siamo ovviamente agli antipodi rispetto alla moda imperante degli smartphone borderless, ma questo CAT S61 bada ovviamente alla concretezza. Nonostante lo schermo da 5,2 pollici, è alto 150 mm, vista la presenza di importanti cornici. In ogni caso, ho apprezzato il contrasto tra l'argento del frame e il nero del resto della scocca. 

Leggi anche: CAT S61, lo smartphone che monitora la qualità dell'aria

Inevitabile soffermarsi su un aspetto come la visibilità all'esterno dello schermo, vista la tipologia di smartphone. CAT S61 integra un display IPS LCD con risoluzione Full-HD (1.080 x 1.920 pixel, 424 PPI) e rapporto di forma in 16:9. Il convincente trattamento olefobico aiuta all'aperto, anche se il vetro anteriore risulta un pò troppo riflettente. In ogni caso, la luminosità è buona e il pannello è visibile anche nelle giornate molto assolate.

DSC01304 JPG
DSC01314 JPG
DSC01300 copia

In generale, si tratta di un buon display. Certo, siamo lontani dalla resa degli schermi dei classici smartphone top di gamma ma, come già detto, CAT S61 appartiene a una categoria molto particolare. La resa cromatica è comunque convincente, tutto sommato buoni anche gli angoli di visuale. Eccellente l'autonomia, grazie alla batteria da ben 4.500 mAh, che può garantire anche un utilizzo di due giorni con un uso blando.

Specifiche tecniche, software e prestazioni

Da un punto di vista tecnico, è basato sul SoC Snapdragon 630 di Qualcomm accoppiato a 4 GB di RAM, alla GPU Adreno 508 e a 64 GB di storage (espandibili tramite micro-SD, c'è il supporto Dual-SIM). CAT ha deciso di giocare sul sicuro, scegliendo una piattaforma hardware già vista tante volte a bordo degli smartphone di fascia media, in grado di garantire buone prestazioni in quasi tutte le condizioni di utilizzo.

Mi hanno sorpreso positivamente gli scatti in diurna della fotocamera posteriore da 16 MP (coadivuata da un flash LED dual-tone) e di quella anteriore da 8 MP. Buono il livello di dettaglio, convincente la velocità di scatto e quella di messa a fuoco. In notturna subentra un importante rumore, soprattutto nei selfie, ma in generale un comparto fotografico promosso considerando la tipologia del prodotto.

IMG 20180506 043523
IMG 20180506 030937
IMG 20180506 043746
IMG 20180506 030607
IMG 20180506 030816
IMG 20180505 084406
IMG 20180505 084115
IMG 20180505 084529
IMG 20180506 043344
IMG 20180505 093610
IMG 20180505 084256
IMG 20180505 084743

Come detto in apertura però, CAT S61 integra alcune peculiarità che ne fanno un prodotto unico nel suo genere. Innanzitutto la termocamera FLIR, utilissima in un contesto come quello di un cantiere, con la possibilità di effettuare controlli energetici e una diagnostica della costruzioni. Certo, esistono ovviamente strumenti professionali per svolgere queste funzioni, ma avere uno smartphone in tasca in grado di farlo può fare la differenza per una certa nicchia di utenti.

flir 20180423T231013
flir 20180506T033950

Con il medesimo punto di vista va letta l'implementazione di un sensore in grado di misurare la qualità dell'aria. Basta aprire l'apposita applicazione e il CAT S61 consente di conoscere temperatura e umidità dell'ambiente in cui ci si trova, oltre che la qualità di ciò che si respira. Tutto questo senza dimenticare la presenza anche di un misuratore di distanza con puntatore laser, che ho trovato molto preciso e davvero intuitivo da utilizzare (anche in questo caso con un'apposita app sviluppata dall'azienda).

Screenshot 20180506 154033
Screenshot 20180506 154007
Screenshot 20180506 154027
Screenshot 20180506 154030

La parte software è affidata ad Android 8.1 Oreo, con un'interfaccia che si avvicina molto a quella stock del robottino verde. Come già detto, CAT ha sviluppato apposite applicazioni per sfruttare le peculiarità tecniche di questo S61, con anche un apposito store chiamato "App Toolbox" da cui poter scaricare app di terze parti. 

Screenshot 20180506 153949
Screenshot 20180723 005355
Screenshot 20180723 005348

Personalmente ho apprezzato la scelta di non appesantire troppo Android stock. Il software appare leggero e ben ottimizzato con la parte hardware, offrendo un'esperienza utente convincente. Un aspetto non così scontato su questo genere di smartphone, in cui spesso i produttori trascurano questi aspetti per concentrarsi solo sulle pecularità della categoria. In tal senso, CAT S61 appare come un dispositivo completo.

Conclusioni

Non ci sono dubbi sul fatto che CAT S61 sia un dispositivo di nicchia. I 949 euro di listino impongono una riflessione in fase d'acquisto. È senza dubbio il prodotto ideale per chi è alla ricerca di uno smartphone rugged senza compromessi, in grado di offrire un'esperienza utente completa e tutte le peculiarità che è lecito attendersi oggi in questo segmento di mercato.

DSC01313 JPG

Ovviamente, nel caso in cui non si voglia spendere una cifra del genere, le alternative esistono. Ad esempio, si potrebbe prendere in considerazione proprio il predecessore di questo CAT S61, ovvero l'S60 (Snapdragon 617, 3 GB di RAM), che in questo momento può essere acquistato attraverso Amazon attorno ai 450 euro (lo trovate a questo link).


Tom's Consiglia

CAT S61 è già in offerta su Amazon, lo trovate a 890 euro a questo link.