Tom's Hardware Italia
Android

Samsung ATIV Q: Windows 8 e Android nello stesso tablet

ATIV Q è il tablet Samsung con Windows 8 e Android, e uno schermo da 3200 x 1800 pixel.

ATIV Q è il più interessante dei tablet con Windows 8 annunciati al Samsung Premiere 2013. È equipaggiato sia con Windows 8 sia con Android (Jelly Bean 4.2.2). Il passaggio da un sistema operativo all'altro avviene senza bisogno di riavviare. Basta selezionare il pulsante Start e usare le app Android sulla scrivania di Windows e viceversa. La duplicità si estende anche alla gestione di file e cartelle, che si possono trasferire da un sistema operativo all'altro mediante condivisione.

DJ Lee, Presidente della divisione IT & Mobile Communications di  Samsung, ha sottolineato che la flessibilità è la risposta alle esigenze degli utenti che chiedono di poter usare un solo dispositivo sia per usare le applicazioni professionali sia per quelle d'intrattenimento.

Pronto all'uso

L'equipaggiamento poi include una chicca: lo schermo da 13,3 pollici alla risoluzione QHD+ di 3200 x 1800 pixel, che offre una densità di pixel di 275 PPI. Secondo il comunicato ufficiale questa densità supera di 2,8 volte quella dei display Full HD tradizionali. Quello che possiamo dire è che di tutti i tablet con Windows 8 finora annunciati nessuno ha una risoluzione così elevata: un valore aggiunto da considerare.

Il resto della configurazione prevede un processore Core i5-4200U, affiancato da 4 GB di memoria e dall'unità di archiviazione SSD da 128 GB. Non mancano poi una webcam HD a 720p, un connettore USB 3.0 e uno USB 2.0, le uscite video micro HDMI e miniVGA e la presa jack per microfono e cuffia.

###old2392###old

Il produttore dichiara un'autonomia di 9 ore: un dato che è tutto da verificare, considerato che i tablet provati finora con Windows 8 e processore Core i5 (Acer Aspire P3 e Surface Pro di cui leggerete presto la prova) erano caratterizzati da un'autonomia sensibilmente inferiore a quella dei prodotti con Atom o con SoC Tegra.

La flessibilità coinvolge anche la struttura hardware, mediante un meccanismo idealmente simile a quello già visto sul Vaio Duo 13 di Sony, anche se in questo caso la slitta è montata in maniera differente. Il display è legato indissolubilmente alla base mediante un sostegno che scorre su slitte e che consente di sollevarlo in posizione verticale per usate l'ATIV Q come un notebook vero e proprio, oppure abbassarlo sopra alla tastiera per ottenere un tablet.

In quest'ultimo caso si può anche usare la S Pen in dotazione per scrivere appunti a mano libera o disegnare. Quando non serve si ripone nell'apposito vano all'interno della base.

La S Pen è in dotazione

Rispetto al Vaio Duo 13 c'è il vantaggio di poter regolare l'angolo di inclinazione del display per ottenere l'angolo di visione più confortevole. Infine è possibile capovolgere lo schermo e posizionarlo nella modalità stand per guardare i film con agio o ribaltarlo per mostrare le immagini a un'altra persona.

Quanto alla trasportabilità, l'ATIV Q pesa 1,29 chilogrammi (quanto un ultrabook) e ha uno spessore di 13,9 millimetri, 4 mm in più di Surface Pro. Samsung non ha pubblicato i prezzi ufficiali, ma abbiamo ragione di credere che si aggireranno su cifre comprese fra 1400 e 1600 euro: un prezzo non certo abbordabile, ma considerate tutte le novità che l'ATIV Q introduce si tratta senza dubbio di un prodotto che sposta ancora più in avanti la fascia alta rispetto a quanto visto finora.