Apple

Twitter, 280 caratteri sono pochi? Ora, ci sono i tweet vocali

280 caratteri sono pochi? Ci pensano i tweet vocali a continuare il discorso. Twitter, infatti, ha appena annunciato una nuova funzione che consente agli utenti di poter registrare la propria voce da allegare al proprio post. Per il momento, la funzione è disponibile solo per alcuni utenti iOS ma raggiungerà tutti gli altri nel corso delle prossime settimane. Purtroppo, non sappiamo quando sarà utilizzabile anche sugli smartphone Android.

Il funzionamento è molto semplice. È sufficiente aprire la sezione dedicata ai nuovi post, cliccare sull’icona delle onde sonore e iniziare a registrare. Come per i tweet scritti, anche in questo caso c’è un limite: 140 secondi. È comunque possibile continuare a parlare oltre questo tempo, ma il sistema spezzetterà automaticamente l’audio creando una discussione. Una volta terminato, bisognerà ovviamente cliccare sul pulsante “Fine”. L’immagine del profilo verrà visualizzata come immagine statica sulla clip audio.

Gli altri utenti vedranno il tweet vocale nella loro Home. La riproduzione inizierà in una nuova finestra posta in una barra inferiore in modo da poter continuare ad ascoltarla mentre si scorre la pagina. Insomma, sarà possibile ascoltare il tweet mentre si fa altro e – a quanto apre – anche se si esce dalla popolare app. Secondo quanto riferito da Techradar, non è possibile rispondere o ritwittare con una clip audio.

Come già detto, la funzione è disponibile per alcuni utenti selezioni sulla versione di Twitter per iOS. Non dovrebbero esserci sul dubbio sull’arrivo anche per la versione Android, in futuro.

Il nuovo Redmi Note 9s è disponibile all’acquisto su Amazon a meno di 250 euro. Lo trovate a questo link.