Apple

watchOS 6.2 introdurrà gli acquisti in-app su Apple Watch

Una delle novità più importanti introdotte con watchOS 6 è l’App Store direttamente su Apple Watch. Da qui, è già possibile scaricare le applicazioni senza dover utilizzare l’iPhone a cui è collegato. Una novità che rende l’orologio della società di Cupertino ancor più indipendente, un’indipendenza destinata a crescere con la versione watchOS 6.2 che supporterà anche gli acquisti-in app.

In questo modo, gli utenti potranno fare gli acquisti in-app dimenticandosi dello smartphone della Mela. Nell’informativa rilasciata da Apple per la prima developer beta si legge: “con la versione pubblica di watchOS 6.2 sarai in grado di offrire acquisti in-app direttamente nelle tue app watchOS in modo che gli utenti possano accedere a contenuti premium, beni digitali, abbonamenti e altro direttamente dal loro polso”. Per rendere disponibile la nuova funzione, gli sviluppatori dovranno integrare l’API StoreKit all’interno della propria applicazione.

Il colosso californiano ha rilasciato, inoltre, le prime versioni beta di iOS 13.4, iPadOS 13.4, macOS Catalina 10.15.4 e tvOS 13.4. Per quanto riguarda il sistema operativo per iPhone, dovrebbe trattarsi di un aggiornamento importante dato il peso di circa 4 GB. Tra le novità più importanti, c’è l’introduzione degli acquisti unificati tra iOS e macOS. In pratica, gli sviluppatori che sviluppano app per entrambe le piattaforme potranno venderle come un unico pacchetto.

Molto interessante, infine, il supporto alle API CarKey che permette di utilizzare un iPhone o un Apple Watch come chiave per aprire e avviare la propria auto sfruttando il tag NFC. Le case automobilistiche dovranno rilasciare una propria applicazione per l’integrazione con Wallet. Insomma, tanta carne al fuoco per i futuri aggiornamenti dei sistemi operativi di casa Apple.

Il nuovo Apple Watch Serie 5 è disponibile all’acquisto su Amazon, tramite questo link.