Apple

WWDC 2019, le novità presentate da Apple: WatchOS guadagna l’App Store

La conferenza d’apertura della WWDC 2019 è stata teatro di una serie di novità annunciate da Apple. Mettendo un attimo da parte iOS 13, a cui abbiamo dedicato un articolo ad-hoc, abbiamo raccolto i cambiamenti che riguardano WatchOS e tvOS. Il gigante californiano ha confermato ancora una volta la volontà di puntare sul proprio ecosistema software, nella logica di differenziarsi dal mondo Android.

tvOS

Per quanto riguarda il sistema operativo installato a bordo di Apple TV, le principali novità sono sostanzialmente due: da una parte il supporto al multiutente, così che ciascun membro della famiglia possa accedere alla propria Home; dall’altra la possibilità di utilizzare, in abbinata al box multimediale dell’azienda di Cupertino, i controller delle console Xbox One e PlayStation 4, segno evidente di come ci sia la volontà di puntare sempre più sul gaming su questo dispositivo.

Apple ha ovviamente operato un restyling grafico dell’interfaccia di tvOS, sempre più pensata per essere utilizzata in abbinata ai grandi schermi dei televisori, a cui il box multimediale viene collegato. Come sempre, l’azienda di Cupertino ha badato soprattutto alla coerenza estetica del sistema operativo, senza comunque rivoluzionare quanto già visto con le versioni precedenti.

Ovviamente, impossibile non citare Apple TV+, il nuovo servizio di streaming video che arriverà in autunno. In tal senso, Tim Cook ha mostrato il trailer della prima serie TV originale dell’azienda di Cupertino, che sarà denominata For All Mankind. Insomma, tanta attenzione per l’intrattenimento casalingo, il prossimo settore su cui il gigante californiano vuole allargare la propria leadership.

watchOS 6

Importanti novità per la nuova versione del sistema operativo installato sugli Apple Watch, ovvero watchOS 6. Al di là infatti delle nuove watch-face, c’è soprattutto l’introduzione dell’App Store. Sarà dunque possibile scaricare le applicazioni direttamente dall’orologio dell’azienda di Cupertino (anche con i comandi vocali), senza dover passare dall’iPhone. Sarà anche possibile consultare tutte le app compatibili, leggerne le descrizioni e acquistarle qualora siano a pagamento. Una possibilità attesa da anni che finalmente si concretizza.

Apple ha inoltre introdotto la funzionalità di tracciamento del ciclo mestruale (Cycle Tracking), con la quale sarà dunque possibile memorizzare le informazioni sul ciclo mestruale, per poi avere veri e propri grafici statistici da consultare attraverso l’hub Health. Una funzionalità che, tra l’altro, verrà introdotta direttamente anche sugli iPhone sotto forma di applicazione.

L’azienda di Cupertino ha poi introdotto tre nuove applicazioni native: Audiolibri, Note vocali e calcolatrice. Gli Apple Watch diventeranno dunque sempre più complementari all’utilizzo dell’iPhone, con la logica però, allo stesso tempo, di renderli maggiormente indipendenti.

Come prevedibile, novità anche per l’ambito “sport e salute”. Con watchOS 6 infatti viene introdotto l’apprendimento automatico sui progressi in settori come i percorsi in salita, il passo di marcia, il cardio fitness. Tutto verrà raccolto in “Trends”, ovvero la nuova scheda approntata dall’azienda di Cupertino al fine di mettere a disposizione dell’utente un vero e proprio hub. Apple ha inoltre messo a punto nuovi suoni per il cambio dell’ora e una funzionalità che, sfruttando Shazam, consente di riconoscere il titolo del brano in ascolto.

Attendiamo informazioni circa la data di rilascio.

iPhone XR è in offerta su Amazon con uno sconto di circa 150 euro. Lo trovate a questo link.