Smartwatch

Wearable, Apple domina il mercato e cresce del 56%

Il mercato dei wearable in pratica ha un solo nome, Apple. Il dominio incontrastato, com'era prevedibile, è confermato anche dall'ultimo report IDC riferito al 2017. Come già riportato anche da altri analisti di settore, l'ultimo trimestre dello scorso anno ha visto Apple spedire 8 milioni di unità. Fitbit occupa la seconda posizione ma è molto distaccata, nello stesso periodo infatti le unità spedite sono 5,4 milioni.

Guardando all'intero 2017 invece Apple è sempre prima per numero di vendite con 17,7 milioni di unità, seguita da Xiaomi con 15,7 milioni di wearable venduti. A impressionare forse più di tutti però è il dato che riguarda le vendite di Apple Watch, cresciute del 57,5% nel trimestre natalizio e del 55,9% su base annua rispetto al 2016. Nello stesso periodo i due competitors diretti dell'azienda di Cupertino, Xiaomi e Fitbit appunto che occupano rispettivamente la seconda e la terza piazza di mercato, hanno registrato una diminuzione delle spedizioni su base annua dello 0,3% nel primo caso e del 31,6% nel secondo.

Cattura JPG

Insomma attualmente il confronto è davvero impari, anche tenendo conto che molti altri brand hanno a listino diverse soluzioni molto economiche, mentre il Watch Serie 3 di Apple parte da un prezzo di 379 euro. Nonostante questo con le sue 17.7 milioni di unità l'azienda californiana ha venduto più di Samsung, Garmin, Fossil e Continental Wireless messi insieme, che si fermano infatti cumulativamente a quota 15,6 milioni di wearable.

idc wearables 4q17

Secondo gli analisti di IDC Apple ha avuto il giusto time to market, proponendo le proprie soluzioni stand alone con modulo 4G nel momento in cui molti utenti stavano abbandonando prodotti più economici per il solo fatto di poter godere di una maggior libertà nel lasciare lo smartphone a casa. Con questo ritmo di vendite il futuro prossimo di Apple e del suo Watch si prospetta roseo anche per il 2018 e oltre, anche se a Cupertino dovranno guardarsi dalla crescita della cinese Xiaomi, sempre più agguerrita e pronta a mettere piede in maniera più stabile in Europa.   


Tom's Consiglia

Siete degli inguaribili bastian contrari, preferite un dispositivo Android o semplicemente volete spendere poco? Date un'occhiata allo Huawei Band 2 Pro.