Windows

Windows Phone Store: soddisfazioni e impegno

Pagina 2: Windows Phone Store: soddisfazioni e impegno

Windows Phone Store: soddisfazioni e impegno

Stefania Duico ha poi ammesso la necessità di Microsoft di lavorare sulla disponibilità delle app presenti nello store. I dati in questi caso sono valevoli a livello globale. Si contano 140 mila applicazioni. Più del 90% di quelle più scaricate sono comuni a tutti i market di Microsoft (quindi anche a Windows 8), e le più scaricate sono quelle legate al mondo dei social network e del gaming. Ogni utente di Windows Phone in media ha scaricato 54 app per personalizzare il suo dispositivo.

Windows Phone Store: da ieri c'è anche Ruzzle

Rispetto a quest'estate si rileva un incremento delle applicazioni scaricate (che ovviamente va di pari passo con le vendite di terminali) e un aumento del 91% dei guadagni generati dalle applicazioni a pagamento. Molto di più di quanto si registri su Android, dove storicamente i clienti tendono ad essere un po' più tirchi, anche se il dato di recente è un po' migliorato.

Questo successo ha ovviamente motivato gli sviluppatori a lavorare con maggiore impegno e assiduità alle app per la piattaforma Windows Phone. A favorire l'arrivo di nuovi software è intrinsecamente anche Windows 8 perché, spiega Stefania Duico, le app per le due piattaforme sono differenti, ma una grossa parte del codice è portabile".

Duico ci ha spiegato inoltre che, considerata l'attuale situazione, in Italia non è stata importata l'iniziativa Keep the Cash. Oltre tutto Stefania ha puntualizzato che in ogni caso non l'avrebbe promossa perché al momento gli investimenti di Microsoft Italia sono più incentrati sulla formazione. Fervono infatti le attività sulla community degli sviluppatori e sulla formazioni di neofiti per insegnare loro a programmare app.

Windows Phone Store: siamo a 140mila app

In ultimo non abbiamo risparmiato a Microsoft una domanda sul torto subito dagli utenti che avevano creduto inizialmente in Windows Phone e sono rimasti delusi dal cambiamento di rotta operato con Windows Phone 8. Stefania Duico ha ribadito quanto in sostanza spiegato ai tempi dall'azienda: la scelta di usare per Windows Phone lo stesso kernel di Windows 8 è stata fondamentale per garantire agli utenti tutti gli aggiornamenti futuri. Purtroppo non poteva esserci retrocompatibilità, e l'unico modo per tutelare i clienti è stata la pubblicazione dell'update 7.8 che ha portato sui dispositivi vecchi (e sta portando tuttora) l'esperienza dell'interfaccia utente di nuova generazione.

Del resto, sottolinea Duico, la concorrenza non si comporta in modo diverso, basta vedere gli aggiornamenti frammentati dei prodotti Android.