Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Xiaomi Mi Pad 4, la sfida a iPad passa dallo Snapdragon 660

Xiaomi Mi Pad 4 si prepara a dare nuova linfa al mondo dei tablet Android. L'azienda cinese dovrebbe svelarlo già nelle prossime settimane, per poi commercializzarlo a stretto giro nel corso del Q3 2018. A bordo ci sarà lo Snapdragon 660, così come confermato dalla società guidata da Lei Jun, e questo fa in qualche modo intuire quello che sarà il posizionamento per questo prodotto.

Lo Snapdragon 660 di Qualcomm è senza dubbio uno dei migliori SoC di fascia media nel settore dei dispositivi mobili. Recentemente il gigante di San Diego ha presentato il suo erede naturale, ovvero lo Snapdragon 710. Non abbiamo ancora avuto modo di testare sul campo questo nuovo processore, ma le premesse sembrano comunque essere ottime. 

mi pad 4 concept edit akshayrazr 95
Un concept di Xiaomi Mi Pad 4

In ogni caso, l'arrivo sul mercato dello Snapdragon 710 ha finalmente sdoganato, su larga scala, l'utilizzo dello Snapdragon 660. Quest'ultimo infatti, lo scorso anno, è stato implementato in pochissimi smartphone, complici le prestazioni davvero molto vicine ai SoC di fascia alta e, probabilmente, costi di produzione elevati. 

Leggi anche: Snapdragon 710 svelato, Qualcomm riscrive la fascia media

In questa prima parte del 2018 però, lo Snapdragon 660 sta trovando larga diffusione, ed è stato integrato in diversi smartphone (Xiaomi Mi 6X, Nokia 7 Plus, Vivo X20, solo per citarne alcuni). La scelta di implementarlo anche nel Mi Pad 4 appare coerente con quella che dovrebbe essere la logica commerciale di questo tablet, ovvero immetere sul mercato un dispositivo con prestazioni vicine ai top di gamma a prezzi però decisamente più contenuti.

Xiaomi Mi Pad 4 52

Accanto allo Snapdragon 660, il Mi Pad 4 dovrebbe inoltre poter contare su 6 GB di RAM e su uno schermo da 7,9 pollici con risoluzione 1.440 x 2.880 pixel. È molto probabile che Xiaomi scelga per il display un rapporto di forma in 18:9, incastonandolo dunque in una scocca unibody in metallo con cornici ridotte, così da renderlo più facilmente trasportabile nella quotidianità.

Leggi anche: Recensione Xiaomi Mi A1, a cosa servono i top di gamma?

Un tablet che si posizionerebbe dunque a metà strada tra gli iPad Mini e gli iPad Pro, una sorta di alterego commerciale degli iPad 9.7. Non a caso, Xiaomi ha anche confermato la presenza, nel Mi Pad 4, del riconoscimento del volto come sistema di sblocco affiancato dall'intelligenza artificiale. Anche in questo caso, una risposta ad Apple che, quasi sicuramente, integrerà il Face ID nella prossima generazione di iPad Pro.

v0YIuyKiKhfR

La parte software sarà ovviamente affidata ad Android Oreo, personalizzato con la MIUI 10. Difficile poter ipotizzare oggi il prezzo di vendita, anche perchè ci sono buone probabilità che Xiaomi porti ufficialmente in Europa il Mi Pad 4, con tutto ciò che questo comporta rispetto alle cifre previste per la Cina. In ogni caso, la presentazione è prevista per il 25 giugno.


Tom's Consiglia

Xiaomi Redmi 5 Plus è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo. Equipaggiato con lo Snapdragon 625 accoppiato a 4 GB di RAM e a 64 GB di storage, è disponibile all'acquisto attraverso Amazon a meno di 200 euro. Lo trovate a questo link.