Approfondimento

Assassin’s Creed Ragnarok | Data di uscita, gameplay e tutto quello che sappiamo

Rumor, leak e teorie di ogni tipologia, vanno oramai a braccetto da anni con ogni importante produzione  in ambito videoludico. Maggiore è l’importanza del titolo in questione, unita a una penuria di informazioni ufficiali ad parte degli sviluppatori, e più mastodontica si rivela l’ondata di indiscrezioni selvagge, che passano da attenti studi di teaser, tweet o informazioni “top secret” rivelate dalla classica “persona vicina al team di sviluppo”, che andrà a far crescere esponenzialmente l’hype attorno al titolo in questione. Il tutto si risolve, come da prassi, con un’involontaria, ma dannatamente efficace, operazione di marketing virale che basa la sua esistenza sul passaparola degli appassionati. Nel caso specifico di Assassin’s Creed Ragnarok, non sorprende il rumoreggiare attorno al titolo, in quanto parliamo di una saga che, seppur altalenante nella qualità dei vari capitoli, non è mai uscita dal cuore di una nutrita schiera di, fedelissimi, fan.

Ancora non è ufficiale, anche se Ubisoft dovrebbe rilasciare maggiori informazioni nei prossimi giorni, ma è ormai da qualche mese che indiscrezioni, sempre più insistenti, vogliono che il prossimo capitolo della serie Assassin’s Creed sia ambientato durante l’era dei vichinghi. Assassin’s Creed Ragnarok (che altre fonti riportano con il nome in codice Assassin’s Creed Kingdom) dovrebbe essere il titolo del nuovo capitolo della celebre serie dedicata al sempiterno scontro fra Templari e Assassini e, a discapito di tutte quelle persone che pensavano i tempi fossero oramai maturi per un MMO in salsa Assassin’s Creed, pare che i giocatori si ritroveranno in un contesto simile al recente, e apprezzatissimo Odyssey, dove storia norrena ed elementi mitologici, faranno da sfondo a un nuovo assassino.

Assassin’s Creed Ragnarok | Data di uscita

Secondo alcuni rumors il nuovo Assassin’s Creed Ragnarok dovrebbe essere presentato a breve, precisamente a fine aprile o inizio maggio. Il nome, però, pare non sarà Ragnarok, o Valhalla come volevano altri leak, ma avrebbe comunque una ambientazione scandinava legata ai vichinghi, abbracciando le atmosfere del quarto capitolo di God of War, rilasciato un paio di anni fa. Dopo la cancellazione di tutti gli eventi videoludici, e specialmente dell’E3 2020, Ubisoft non ha ancora annunciato in quale modo presenterà le sue nuove opere, anche se immaginiamo che opteranno per una “semplice” conferenza online.

Quello che sicuramente possiamo già confermare è che il colosso francese aspetterà il rilascio della nuova generazione di console prima di far uscire tutte le produzioni che al momento sono state messe in Stand-By. Non aspettiamoci quindi di vedere una data di uscita, per Assassin’s Creed Ragnarok, fissata prima di Novembre 2020 (soprattutto considerando la recente conferma della stessa Ubisoft del voler attendere le nuove piattaforme di gioco) seppur l’imponente presenza di una produzione come Watch Dogs Legion, potrebbe far slittare verso la primavera il nuovo capitolo della saga degli Assassini.

Assassin’s Creed Ragnarok | Trama e ambientazione

Stando alle informazioni trapelate finora, Assassin’s Creed Ragnarok, sarà ambientato durante l’era dei vichinghi e, per la precisione (come riportano alcuni post su Reddit di qualche settimana fa), il gioco dovrebbe cominciare nell’845 d.C. circa, durante l’assedio a Parigi guidato dai vichinghi. Un periodo storico, quello dell’800-900, fortemente caratterizzato dalle incursioni vichinghe in Europa.

Il protagonista dovrebbe essere Jora (nome ambigenere), e, come già visto in Assassin’s Creed Odyssey, si potrà scegliere se interpretarlo nei panni di un uomo o una donna nonché personalizzarlo nell’aspetto. Tra i leak più interessanti, da questo punto di vista, citiamo quello che sostiene che Ubisoft potrebbe creare una trama che non verrà in alcun modo condizionata dal sesso del protagonista. In Odyssey, ad esempio, molti giocatori si chiedevano quale fosse la scelta migliore tra Kassandra e Alexios (la trama generale non cambiava in maniera sostanziale, ma c’era un certo grado di variabiltà), in Assassin’s Creed Ragnarok, invece, ci potremmo trovare di fronte ad una scrittura meno “adattiva”. Prospettiva molto interessante visto che diversi studi hanno dimostrato come la cultura vichinga fosse meno maschilista rispetto ad altre civiltà medievali. E i personaggi storici? Come da tradizione, il protagonista incontrerà una serie di personaggi storici molto conosciuti, si vocifera del re del Wessex Alfredo il Grande, Rollone, il primo sovrano della Normandia, Carlo il Grosso, ultimo imperatore della dinastia carolingia.

In Assassin’s Creed Ragnarok la lama celata e lo scudo dovrebbero fare il loro ritorno, così come, per l’appunto, la possibilità di scegliere il sesso del personaggio. Il titolo conterrà molti più elementi da gioco di ruolo rispetto ad Odissey, un ulteriore segnale di come Ubisoft voglia distaccarsi sempre di più dalle prime produzioni della serie. Pare, inoltre, che vedremo un incremento dei contenuti decisamente più fantasiosi e soprannaturali che andranno a incidere notevolmente sulla trama e sulla Lore del gioco. Resta comunque certo che assisteremo a ulteriori sviluppi della storyline di Layla, specialmente dopo gli eventi del precedente Odyssey, sperando in qualche colpo di scena che riesca a render gli avvenimenti in epoca moderna, intriganti come quelli vissuti assieme al compianto Desmond. Infine la modalità co-op sembrerebbe essere stata rimossa definitivamente, un possibile segnale di quanto possa essere vasta la campagna in singolo giocatore o di una reintroduzione di una modalità online maggiormente stratificata.

Assassin’s Creed Ragnarok | Gameplay

Entrando in merito al gameplay di Assassin’s Creed Ragnarok, le informazioni, al momento, sono pressoché nulle. Diversi sono però i dettagli trapelati su quelle che potrebbero essere le nuove meccaniche di gioco pensate per la saga: introduzione delle classi personaggio, differenziate da delle abilità specifiche; più tipologie di armi e, approfittando del contesto, la possibilità di potenziarle con dele rune, legate ad una sorta di modalità berserker che attiva poteri elementali come fuoco e gelo. Tra i ritorni più graditi, come accennato poc’anzi, potrebbe esserci la lama celata, che speriamo riottenga l’iconico ruolo che merita all’interno della saga. La mappa potrebbe contenere buona parte del nord Europa, comprese le città di York, Londra, Parigi e Kiev. Da quando la serie Assassin’s Creed è passata dal genere action-adventure, a quello action-RPG, i giocatori si sono divisi in due fazioni: quelli che hanno apprezzato questa nuova deriva ruolistica e chi, invece, preferiva lo stile dei vecchi capitoli. Con Assassin’s Creed Ragnarok è molto probabile che, visti i recenti successi di pubblico e critica, il processo di conversione in action RPG prosegua, almeno stando alle indiscrezioni sul gameplay. In effetti, pensare ad un ritorno alle origini dopo i tanti cambiamenti apportati da Origins e Odyssey è impensabile e, soprattutto, irrealistico. Tuttavia se Ubisoft proponesse una buona mistura fra le atmosfere originali che resero celeberrima la saga e la virata maggiormente ruolistica degli ultimi due capitoli, indubbiamente Assassin’s Creed Ragnarok, o come si chiamerà, potrebbe rivelarsi l’ennesimo capitolo della svolta nella storia degli Assassini più famosi del mondo.

In attesa di sapere di più in merito al nuovo capitolo vi consigliamo, caldamente, di provare Assassin’s Creed Odyssey